Addio ad Arlen Ness, una leggenda del custom

Carlo Portioli

Carlo Portioli Esperto moto e cultura custom Due ruote sempre in testa

Venerdi 22 marzo 2019 se ne è andato un pezzo pregiato della cultura custom: Arlen Darryl Ness, più noto come Arlen Ness, si è spento all’età di 79 anni.

Arlen Ness è stato un custom-builder unico e creativo, con uno stile inconfondibile e con la capacità di lavorare sia su parti meccaniche che su carrozzerie. Si è affermato come numero 1 negli USA prima e poi all’inizio di quel fenomeno di “globalizzazione” della scena custom avvenuto a fine ‘90 grazie a Discovery Channel e in seguito a Internet.

Dalla fine degli anni ’70 ha saputo dare un’impronta inconfondibile ai suoi lavori, spostando in avanti e aprendo la strada a un nuovo concetto di customizzazione: moto basse, interassi lunghi e piastre larghe, serbatoi stratchati e codini lunghi e avvolgenti, parti in alluminio billet e colorazioni astratte, ricche di linee che si intrecciano su livelli tridimensionali.

Arnel Ness è stato un maestro estremo della meccanica, le sue visioni lo hanno portato a sperimentare mezzi con il turbo e multi-motori.

Altro aspetto unico: Arlen Ness è il primo, il capostipite di tre generazioni di customizer (il figlio Cory e il nipote Zach), che portano avanti l’azienda, ma anche una filosofia che è un marchio di fabbrica. Negli ultimi anni il loro stand al Bike Expo di Verona era uno dei più amati e visitati, anche grazie alla loro disponibilità a stare tra la gente.

Nessuno ha saputo imprimere una direzione e dare uno stile personale al concetto stesso di custom per tutti gli anni ’80 e ’90 come Arlen Ness. Se ne è andato un pioniere e un visionario. Se ne è andato un grande maestro americano delle motociclette.

Carlo Portioli Esperto moto e cultura custom Due ruote sempre in testa Le moto e la musica, mia moglie e gli amici, la birra e le chiacchere ma più di tutto amo cercare di capire. Le mie opinioni sono espresse dall'alto di niente. http://www.proudlyeurozero.com/ https://www.instagram.com/poweranchovy/

MOTORI Addio ad Arlen Ness, una leggenda del custom