Wallbox: cos’è il sistema di ricarica domestico

Le auto elettriche invadono il mercato, con la Wallbox è possibile ricaricarle comodamente da casa

Le Wallbox per la ricarica domestica sono dei dispositivi di ultima generazione che, nell’era in cui viviamo, di grande espansione per la mobilità elettrica e a zero emissioni, sono in grado di garantire un’autonomia adeguata e sostenere quindi la diffusione dei veicoli green.

Le Wallbox rappresentano infatti l’innovativo sistema di ricarica domestico, che oggi possiamo considerare come uno degli elementi al centro della svolta ecologica legata al trasporto privato a zero emissioni, in grado di ricaricare le batterie delle auto elettriche direttamente e comodamente da casa. Sembrano le classiche colonnine di ricarica che siamo abituati a vedere, ma in realtà hanno ovviamente delle dimensioni più contenute, per non ingombrare troppo spazio, e vengono fissate a parete.

In poche parole, trasformano una normale presa di corrente domestica in una sorta di centrale per la ricarica di mezzi elettrici. Per l’installazione di una Wallbox bisogna rispettare le normative CEI EN 61851-1, che indicano i criteri e i parametri da rispettare per la sicurezza. Il box non deve essere mai sistemato all’interno dell’abitazione ma in altri luoghi annessi, come il garage o il posto auto coperto. L’impianto deve essere certificato da un tecnico abilitato.

L’utilizzo della Wallbox domestica è abbastanza semplice per l’utente, basta possedere la certificazione dell’impianto e poi collegare il sistema di ricarica. Il trasferimento di energia è sicuro e efficiente, ed è in grado di adeguare la potenza della rete di casa a quella dell’auto. La potenza della Wallbox può raggiungere 7,5 kW in monofase o fino a 22 kW in trifase.

Quali sono i vantaggi collegati alla Wallbox?

Il più grande è sicuramente legato alla possibilità di ricaricare la propria auto elettrica comodamente da casa. La Wallbox può essere utile anche per eBike e monopattini elettrici, oggi in grande diffusione sul mercato. La ricarica attraverso la rete domestica è sicura e preserva l’integrità della batteria. Sul mercato si può scegliere tra differenti soluzioni adatte a qualsiasi sistema elettrico residenziale.

Quanto costa la ricarica tramite Wallbox?

Tutto dipende da molti elementi da considerare prima dell’installazione, tra cui la tipologia di Wallbox che si sceglie, in base alle proprie esigenze, la potenza, la tecnologia integrata, il tipo di sistema, e eventuali altri interventi da fare. Per quanto riguarda il prezzo dell’energia elettrica, bisogna prendere in considerazione chiaramente quelle che sono le tariffe del proprio gestore.

Come si ricarica l’auto nel proprio garage con la Wallbox?

È facile, è necessario semplicemente collegare la batteria del veicolo all’impianto, usando il cavo in dotazione. La velocità di ricarica dipende poi sia dalla potenza della batteria della macchina stessa, che da quella del dispositivo scelto.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Wallbox: cos’è il sistema di ricarica domestico