Gomma bucata: come sostituirla da soli

Come procedere autonomamente alla sostituzione o riparazione della gomma auto bucata

Trovare la gomma bucata è uno dei peggiori incubi degli automobilisti, che può diventare anche molto rischioso nel caso in cui non ci si renda immediatamente conto e si continui a guidare ugualmente. Lo pneumatico infatti potrebbe perdere lentamente pressione nonostante la foratura e sgonfiarsi quindi molto lentamente. Se non si hanno a bordo i sensori che rilevano il problema, potrebbe essere molto difficile rendersene conto subito. Vediamo come comportarci comunque in caso di foratura della gomma.

Quando sostituire o riparare la gomma

Nonostante le tecnologie sviluppate negli anni abbiano reso le gomme delle auto più resistenti, purtroppo gli pneumatici possono comunque forarsi e non sempre è possibile rimediare senza provvedere alla sostituzione. I responsabili della foratura sono spesso corpi contundenti, chiodi, viti, pezzi di vetro. La gravità del problema dipende sia dalla tipologia di buco o taglio sia dalla sua posizione.

Quando procedere con la riparazione o con la sostituzione della gomma:

  • se il foro è più piccolo di 6 mm e sul battistrada: riparazione (il battistrada non deve essere eccessivamente consumato);
  • se il foro è sul fianco: sostituzione; non si può riparare, visto che è una zona della gomma soggetta a sollecitazioni;
  • se il foro è molto grande tanto che si vedono i telaggi: assolutamente sostituzione.

I passaggi per la sostituzione della gomma

Come sostituire la gomma bucata:

  1. innanzitutto l’auto deve essere posizionata su una superficie piana, stabile e sicura;
  2. azionare il freno a mano;
  3. inserire la prima o la retromarcia;
  4. appoggiare un oggetto pesante davanti alle ruote anteriori e a quelle posteriori;
  5. inserire il cric sotto il telaio, dove c’è la gomma da sostituire;
  6. verificare che entri in contatto con una porzione metallica del telaio;
  7. sollevare il cric per supportare l’auto senza alzarla da terra;
  8. togliere il coprimozzo e allentare i dadi ruotandoli in senso antiorario usando la chiave del kit di emergenza o quella a croce tradizionale;
  9. ruotare la manovella o azionare il meccanismo del cric per sollevare la ruota da terra;
  10.  rimuovere i dadi, ruotandoli in senso antiorario;
  11.  togliere la gomma;
  12.  inserire la ruota di scorta sul mozzo;
  13.  bloccare la ruota stringendo i dadi con la chiave;
  14.  riportare l’auto a terra e sfilare il cric.

Ruota di scorta o ruotino

Per montare la ruota di scorta in situazioni di emergenza è consigliabile cercare una piazzola, un parcheggio o un’area di servizio e fare il cambio in sicurezza. Come procedere:

  1. accendere le 4 frecce, mettere l’auto in marcia con freno a mano;
  2. indossare il giubbino e collocare il triangolo;
  3. prendere e tenere a portata di mano il ruotino;
  4. svitare i dadi della ruota da sostituire;
  5. collocare il cric sotto la macchina e sollevare l’auto;
  6. sfilare la ruota e inserire il ruotino;
  7. riabbassare l’auto con il cric;
  8. riavvitare i bulloni.

In questo caso bisogna portare prima possibile l’auto dal gommista per cambiare lo pneumatico.

Kit di riparazione: quando e come usarlo

Raccomandiamo di non viaggiare per molti chilometri con la gomma forata, si potrebbe danneggiare ulteriormente oppure addirittura è possibile che si rovini il cerchio, impedendone la riparazione.

A seconda della gravità del danno, puoi sostituire la gomma, come abbiamo appena visto, oppure ristabilire temporaneamente la pressione, per poter raggiungere il più vicino gommista in sicurezza. Si può usare il kit di riparazione, composto da un piccolo compressore e una schiuma, che consente di tappare il buco temporaneamente, per poi andare dal gommista e riparare lo pneumatico definitivamente o sostituirlo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Gomma bucata: come sostituirla da soli