Coronavirus, le nuove regole per circolare in auto e moto

Come usare l'auto o la moto in questo periodo di restrizioni per via dell'emergenza sanitaria

AGGIORNAMENTO 1 aprile 2020 – Il nuovo DPCM dell’1 aprile sull’emergenza coronavirus annunciato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte contiene alcuni chiarimenti sulle regole previste per gli spostamenti in automobile e in moto.  Chi ha la necessità di spostarsi in automobile può farlo, per i motivi previsti dalla legge, a patto che salga a bordo un solo passeggero oltre al conducente e solo nei posti dietro. In moto oppure in scooter, invece, è possibile andare solo se da soli. L’utilizzo della bicicletta è consentito per lavoro e per le altre esigenze previste dalla legge.

17 marzo 2020 – Come ben sappiamo in questo momento di emergenza sanitaria per coronavirus l’obbligo è quello di restare a casa e di muoversi solo in caso di lavoro, situazione di necessità (fare la spesa) o ragioni di salute. In questi casi molti si chiedono quale sia il comportamento da adottare alla guida di un’auto o di una moto.

Una circolare del Ministero dell’Interno ha specificato tutte le modalità con cui ci si può spostare sui veicoli a motore. In auto non è prevista alcuna limitazione se si va con i familiari conviventi. Diverso il discorso se si è con altre persone. In quel caso è obbligatorio rispettare la distanza di sicurezza fra i passeggeri. Ne consegue che – a meno che non si abbia una vettura particolarmente spaziosa – in macchina possono sedere solo due persone: una al posto del guidatore e una sul sedile posteriore destro.

Un discorso simile vala anche per moto e  scooter. E’ permesso portare un passeggero se si tratta di un convivente. In caso contrario, bisogna andare da soli, vista l’impossibilità di rimanere a un metro di distanza.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Coronavirus, le nuove regole per circolare in auto e moto