Come lavare il motore dell’auto senza fare danni

È importante sapere la procedura per evitare di danneggiare l’auto, leggi i nostri consigli utili

Oggi il lavaggio del motore dell’auto non è più strettamente necessario come lo era per le vetture più datate. Quelle moderne infatti necessitano raramente di questa tipologia di operazione, tranne in alcuni casi particolari per cui invece è fondamentale.

Per lavare il motore dell’auto in maniera ottimale, pulendo per bene le componenti senza arrecare alcun danno alla macchina, è necessario conoscere la giusta procedura e quali sono i consigli degli esperti, stando attenti a evitare gli errori più comuni (e dannosi).

Dove si può lavare il motore dell’auto?

Prima cosa da sapere è il luogo in cui è possibile procedere con la pulizia del motore dell’auto che oggi, come abbiamo detto, per le auto moderne è utile solo in alcune situazioni particolari. Si tratta di un intervento che viene espressamente vietato in alcune zone dei centri di car wash fai da te, dove sono indicati i punti precisi in cui invece è possibile il lavaggio del motore. Il motivo? Semplice, i residui di olio e grassi che derivano dalla pulizia potrebbero contaminare le acque. Il consiglio quindi è quello di informarsi bene se è consentito o recarsi in un autolavaggio dove è possibile richiedere questo servizio.

Quando bisogna lavare il motore dell’auto?

Ci sono delle situazioni particolari per le quali è davvero utile la pulizia profonda del motore del proprio veicolo. Per intenderci, non si dovrebbe mai utilizzare l’idropulitrice per quest’operazione se l’unico problema è la polvere. La salute del motore stesso potrebbe infatti risentirne parecchio. Quando è necessario quindi il lavaggio del motore della macchina? Solo se ci sono degli addensamenti di oli e polvere molto importanti, tanto da non far comprendere quale sia la provenienza di una eventuale perdita (o anche per la presenza di topi).

La semplice pulizia del vano motore altrimenti può essere effettuata con aria compressa e un panno umido per rimuovere la polvere, senza per forza usare molta acqua, o con l’idropulitrice per pulire solo la parte bassa, eliminando sabbia e sale.

Come si lava il motore dell’auto senza fare danni

Se si decide di lavare il motore con la lancia ad alta pressione bisogna tenere presenti determinate precauzioni e seguire degli accorgimenti per proteggere gli elementi più delicati. Attenzione al fatto che l’elettricità e l’acqua non vanno assolutamente d’accordo, per questo è importante essere prudenti. Il primo consiglio che diamo quindi è quello di coprire le parti collegate a un filo elettrico con un telo di plastica, fissandolo con il nastro isolante (vanno bene anche delle buste). Non dimenticate:

  • il box di fusibili;
  • la centralina del motore;
  • la batteria;
  • il debimetro;
  • il compressore del climatizzatore;
  • l’alternatore.

Raccomandiamo assolutamente di non utilizzare mai il vapore per pulire il motore, potrebbe essere perfetto per sciogliere olio e grasso, ma le goccioline, penetrando nei connettori, avvierebbero il processo di ossidazione dei contatti.

L’idropulitrice ad alta pressione è una buona alternativa, come abbiamo detto, ma bisogna fare ben attenzione perché la pressione dell’acqua potrebbe danneggiare dei manicotti in plastica già usurati e anche le tubazioni di alluminio del compressore del climatizzatore.

La scelta migliore è usare un getto d’acqua debole, un panno, dei pennelli per raggiungere anche i punti più stretti e nascosti e l’olio di gomito. Il motore deve sempre essere freddo, e infine i prodotti chimici che trovate in commercio possono andare bene, ma evitate quelli aggressivi, seguendo quanto riportato sulle etichette. Dopo il lavaggio, asciugate per bene il motore con l’aria compressa e rimuovete la plastica di protezione.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Come lavare il motore dell’auto senza fare danni