Colpo di sonno alla guida, ecco come combatterlo

Colpo di sonno. Ecco come riconoscere i sintomi e combattere la sonnolenza mentre si è alla guida.

Tra i maggiori rischi durante i viaggi in auto c’è il colpo di sonno. Secondo recenti statistiche, esso è una delle principali cause di impatto violento sulla strada e, in molti casi, può risultare fatale.

Secondo una ricerca inglese, i motivi del colpo di sonno in auto sono molteplici e colpiscono soprattutto i guidatori di sesso maschile al di sotto dei 30 anni di età. In particolare, in estate è più probabile che sopraggiunga, involontariamente, il desiderio di dormire, sia per il caldo sia perché molti, nel viaggio verso la propria meta di vacanze, preferiscono guidare in orari notturni, nei quali non sono abituati a stare svegli. Ecco alcuni segnali che, se non sottovalutati, potrebbero far capire come reagire in tempo.

Sintomi della sonnolenza alla guida

Il colpo di sonno alla guida non sempre giunge all’improvviso. Spesso dà delle piccole avvisaglie che molti tendono a sottostimare. Ecco alcuni indizi che lo preannunciano:

  • Bruciore agli occhi insistente
  • Palpebre pesanti e sbadigli frequenti
  • La testa tende a cadere in avanti
  • Senso di irrequietezza
  • Perdita del senso di velocità del veicolo

Questa è una breve lista dei vari sintomi che si potrebbero avere in caso di sonnolenza. Se si avvertono uno o più di questi segnali, è importante seguire i consigli successivi.

Come combattere il colpo di sonno

Esistono differenti accortezze per stare svegli alla guida e scongiurare incidenti che potrebbero mettere a rischio sia l’incolumità del guidatore e quella dei passeggeri. Innanzitutto, se il tragitto che si ha intenzione di fare in auto sarà medio-lungo è importante pianificare con cura il viaggio: valutare orari e distanze, anche per non arrivare in ritardo nel luogo di destinazione, è fondamentale. Ad esempio, se il percorso in auto sarà superiore alle 10 ore, è indispensabile programmare una sosta in albergo: l’andare a dormire presto e ripartire il giorno successivo di prima mattinata, può essere un valido consiglio per affrontare tranquillamente il viaggio.

Un altro importante suggerimento da seguire prima di affrontare un lungo viaggio in auto è quello di mangiare in modo sano nelle ore immediatamente precedenti alla guida. In particolare, è importante assumere degli alimenti energetici che ti diano la forza per stare sveglio molte ore: essi devono essere leggeri per evitare difficoltà di digestione, ma devono, allo stesso tempo, contenere carboidrati complessi e proteine. Ad esempio, i cereali integrali e le proteine magre, come quelle contenute nel tacchino e nel pollo, sono un’ottima alternativa ai cibi da fast food, spesso ricchi di zuccheri e carboidrati trasformati. Sarebbe, inoltre, necessario prediligere bevande energetiche più soft come il ginseng ed il guaranà rispetto al caffè normale, il quale, oltre ad aumentare irritabilità e stress, ha dei benefici molto circoscritti nel tempo.

Infine, è importante evitare di assumere alcolici e farmaci alla guida. Guidare in stato psicofisico alterato, oltre che essere un comportamento punito dalla legge, è un vero e proprio pericolo per sé stessi. Bisogna ricordare che anche farmaci molto comuni come gli antistaminici, gli antidepressivi e gli ansiolitici possono indurre in forte sonnolenza. In ogni caso, prima di partire per un lungo viaggio è necessario consultare il proprio medico, così da capire se i farmaci che regolarmente si assumono sono controindicati alla guida. Infine, a proposito del bere, è utile sapere che anche l’alcol assunto la sera precedente può influenzare il tasso di vigilanza mentre si è alla guida: smaltire le bevande alcoliche richiede, infatti, un po’ di tempo

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Colpo di sonno alla guida, ecco come combatterlo