Valvola EGR sporca o intasata: cosa fare

La valvola EGR si trova in tutte le auto più recenti e si tratta in particolare di un elemento che ha lo scopo di contenere le emissioni inquinanti: cosa succede se è sporca

Tra gli elementi di nuova concezione presenti nelle vetture più moderne c’è la valvola EGR, che è un particolare dispositivo volto a contenere le emissioni inquinanti del veicolo. L’acronimo EGR significa Exhaust Gas Recirculation, lo scopo della valvola è rimettere in circolo una parte dei gas di scarico che vengono prodotti dal motore. Capiamo meglio il funzionamento e come occuparsi della manutenzione.

Come funziona l’EGR

La valvola EGR trattiene parte dei gas esausti prodotti dal motore e, dopo che gli stessi si raffreddano passando in un apposito scambiatore, li rimanda al collettore d’aspirazione. Si ottiene così un abbassamento della temperatura dei cilindri e dello scarico, con una conseguente minor quantità di emissioni di ossidi di azoto, quelli che – come sappiamo – inquinano maggiormente l’ambiente e l’aria che respiriamo.

Su tutte le moderne auto Euro 6 è presenta la valvola EGR, elemento di nuova concezione che è stato studiato e inserito sulle vetture proprio per poter controllare le emissioni inquinanti. Come ogni elemento dell’auto, con l’utilizzo e il passare del tempo, anche questa valvola può subire danneggiamenti e malfunzionamenti. Vediamo che cosa può succedere e come risolvere i problemi.

Che cosa succede se la valvola EGR è sporca

Per poter funzionare perfettamente la valvola EGR deve essere pulita, è fondamentale. Trattenendo i gas di scarico, si tratta di un elemento che si sporca rapidamente, proprio per il compito che svolge, soprattutto nelle auto con motore alimentato a diesel. Come facciamo a capire che necessita di pulizia? In genere se si accende la spia gialla di avaria motore, uno dei problemi potrebbe proprio essere questo. Altrimenti è possibile accorgersene da altri segnali che il veicolo manda:

  • in fase di accelerazione esce molto fumo dallo scarico;
  • l’auto ha problemi di avviamento del motore;
  • il motore sprigiona una minore potenza ai bassi regimi;
  • i consumi aumentano.

Attenzione a eventuali sintomi di malfunzionamento della valvola EGR perché, a lungo andare, potrebbe addirittura intasarsi, causando danni al motore.

Può succedere infatti che si blocchi in posizione aperta, in questo caso il motore non riceve abbastanza aria fresca, e la vettura presenta problemi di combustione e deterioramento delle parti interne. Se la valvola rimane invece bloccata chiusa, le emissioni nocive aumentano e l’auto inquina di più.

La manutenzione

È importante che la valvola sia mantenuta sempre in buono stato, sia perché il motore sia sempre efficiente, sia perché la valvola stessa faccia il suo dovere, e quindi mantenga basse le emissioni inquinanti. Se l’auto viene usata spesso in città e su strade molto trafficate, tenderà a sporcarsi molto più rapidamente.

È bene essere a conoscenza di semplici consigli per cercare di mantenere in buono stato la valvola EGR più a lungo:

  • cambiare filtro dell’aria e dell’olio regolarmente;
  • almeno una volta al mese sarebbe bene percorrere un tragitto di almeno 30 minuti a velocità costante di circa 80 km/h;
  • usare additivi specifici che troviamo in commercio, che devono essere aggiunti al carburante per eliminare e prevenire i residui che si depositano.

In ogni caso, se percepite un malfunzionamento dell’auto, fate sempre controllare il veicolo da un meccanico professionista. Sarà lui a decidere se sostituire la valvola EGR o procedere con l’ordinaria manutenzione o pulizia dell’elemento.

Quanto costa una valvola EGR nuova? Il prezzo cambia in base all’auto e alla scelta di pezzi originali, ma in genere si spendono circa 70 euro più i costi della manodopera del professionista.