Un’idea per un lavoro sicuro: come diventare ausiliario della sosta

Come si diventa ausiliario della sosta? Una piccola guida per un nuovo lavoro

Sempre più spesso nelle città italiane si incontrano gli Ausiliari della Sosta; questi pubblici ufficiali non fanno parte delle forze dell’ordine, come la Polizia o i Vigili Urbani, ma sono dei veri e propri dipendenti del Comune in cui prestano servizio, o di aziende che gestiscono la sosta, che hanno avuto l’incarico grazie ad un appalto pubblico.

L’Ausiliario della Sosta si occupa esclusivamente di monitorare l’avvenuto pagamento delle tariffe dovute per il parcheggio in area comunale, o il corretto posizionamento della vettura all’interno degli appositi spazi. Tipicamente queste persone non sono tenute a monitorare anche l’andamento del traffico o le infrazioni, in quanto aspetti che esulano dal campo della sosta.

Un Ausiliario della Sosta quindi può elevare una contravvenzione ad un cittadino che ha parcheggiato in luogo non idoneo, mentre non può fermare un cittadino che passa con il semaforo rosso, giusto per fare un esempio. Le multe sono comunque gestite dagli Agenti di Polizia Municipale. Si tratta in genere di dipendenti comunali, direttamente assunti dal sindaco per operare all’interno del Comune. Per diventare Ausiliario del Traffico è sufficiente avere la licenza media e non è necessario mostrare particolari abilità, salvo forse la capacità di gestire lo stress e di rapportarsi con il pubblico.

Sicuramente, per avere maggiori possibilità di assunzione, costituiscono titoli preferenziali la patente di guida B, così come un diploma; la conoscenza di una lingua estera può essere valutata positivamente in quei comuni dove il turismo è molto concentrato. Alcuni Ausiliari del Traffico sono dipendenti di aziende che si occupano della gestione dei parcheggi, per conto di un comune o di un altro ente. Essere assunti come ausiliario, in questi casi, comporta un diverso inquadramento contrattuale e la selezione avviene direttamente presso l’azienda titolare del servizio.

Per poter accedere alle selezioni è necessario essere maggiorenni e residenti in Italia, possibilmente nel comune entro il cui territorio si svolgerà il lavoro di vigilanza dei parcheggi. Anche alcuni dipendenti delle aziende che si occupano di mobilità svolgono il compito di Ausiliari del Traffico e della Sosta, generalmente anche con compiti che riguardano il controllo dei biglietti dei clienti del servizio di trasporto pubblico e la vigilanza sulle più comuni infrazioni del codice della strada. Tipicamente queste figure indossano la divisa identica a quella degli autisti del trasporto pubblico presenti sui mezzi in città.

Immagini: Depositphotos

MOTORI Un’idea per un lavoro sicuro: come diventare ausiliario della&nb...