La truffa delle multe false: parte tutto da una telefonata. Come evitarla

La truffa delle multe false è un problema che tormenta ormai molti cittadini ed è stata segnalata in questa ultime settimane in provincia di Pavia. Si tratta di una truffa porta a porta, ben congeniata che colpisce soprattutto le persone più anziane.

Come funziona la truffa delle multe false

La vittima riceve una telefonata che segnala la violazione del codice della strada e la informa sulle procedure innovative per pagare subito la multa e usufruire di uno sconto importante sull’importo.

La truffa è quindi congegnata per fare leva su una base di verità: chi paga le multe, online o con metodi tradizionali, entro 5 giorni dal ricevimento del verbale, ha infatti diritto ad una riduzione dell’importo pari al 30%.

Solitamente poi la persona che telefona si qualifica falsamente come agente di polizia e coinvolge un familiare come falso trasgressore (un figlio o un nipote) che al momento non può pagare la multa.

La chiamata truffa si chiude con la cifra dell’importo da pagare ad un messo comunale che nel giro di pochi minuti suonerà al campanello di casa del malcapitato.

Ricordiamo che nessun messo comunale è incaricato di riscuotere l’importo delle multe porta a porta. La multa arriva per posta e può essere pagata soltanto attraverso i canali ufficiali.

MOTORI La truffa delle multe false: parte tutto da una telefonata. Come ...