Come funzionano i dispositivi anti abbandono

Le tipologie dei seggiolini anti abbandono, le loro funzionalità e le sanzioni se non si utilizzano

Dal 6 marzo 2020 è obbligatorio per legge dotare i seggiolini auto di dispositivo anti abbandono, allo scopo di trasportare in tutta sicurezza i proprio figli fino a 4 anni di età sulla propria auto e proteggere la loro incolumità in ogni situazione. Prima di scoprire funzionamento e obblighi di legge dei nuovi dispositivi anti abbandono, nonché le sanzioni previste per il mancato utilizzo o possesso, ripassiamo brevemente la normativa precedente, ovvero quella relativa al seggiolino per auto.

Seggiolini per auto: sistema ISOFIX e tipologie

Non basta più dunque acquistare un semplice seggiolino auto correttamente omologato secondo peso (normativa ECE-R44) e altezza (omologati I-Size o normativa ECE-R129) fino a quando il bambino non supera i 150 cm di altezza, ma è ormai diventato obbligatorio per legge, da più di un anno, dotarlo anche del cosiddetto dispositivo anti abbandono. La normativa che regola in materia di sicurezza tutti i seggiolini per auto disponibili in commercio è la legge UNI EN 14988, che sancisce definitivamente l’utilizzo del moderno sistema ISOFIX, un sistema di fissaggio standard che prevede alla base del seggiolino due connettori universali, uno per lato, da agganciare nei ganci per le cinture di sicurezza dei sedili posteriori.

Con il sistema ISOFIX dunque anche in caso di urti violenti, il seggiolino rimane ben saldo e aggrappato al sedile, senza spostarsi o sobbalzare. Se dovete acquistare un nuovo seggiolino per auto assicuratevi comunque che sia dotato di sistema ISOFIX e appartenga a una delle seguenti categorie, distinte secondo il peso e l’età del bambino:

  • Seggiolini auto 0-13 Kg. Il classico Ovetto, adattabile sia ai sedili posteriori della propria auto che al passeggino;
  • Seggiolini auto 0-18 Kg. da 0 a 4 anni, per massimo un metro di altezza e dotato di riduttori per bambini di tutte le taglie;
  • Seggiolini auto 9-36 Kg. da 1 a 12 anni. Orientabili solo verso il senso di marcia;
  • Seggiolini auto 15-36 Kg. da 4 a 12 anni. Un semplice rialzo sfruttando le cinture di sicurezza già presenti.

In seguito ad alcuni fatti tragici che hanno portato alla morte di alcuni bambini “dimenticati” sui sedili posteriori dell’auto, la cosiddetta legge “salva bambini” era già stata approvata nel novembre 2019 per rendere obbligatorio l’utilizzo di dispositivi anti abbandono sui seggiolini auto per bambini con meno di 4 anni. Vediamo come funzionano.

Come funzionano i dispositivi anti abbandono

Il dispositivo anti abbandono è elettronico e viene installato sotto il seggiolino auto e, tramite un sensore che registra il peso del bambino, scatta un allarme se si lascia il bambino a bordo dell’auto. Il dispositivo emette un segnale e un messaggio viene immediatamente inviato allo smartphone dell’adulto tramite apposita app preventivamente scaricata e configurata. Se quest’ultimo ignora il messaggio, il segnale viene inoltrato in automatico a tutti gli altri telefoni configurati e autorizzati a ricevere il messaggio, come per esempio familiari e numeri di emergenza. Esistono quattro differenti tipologie di dispositivo anti abbandono:

  • integrato al seggiolino;
  • in dotazione con l’auto, adattabile alla maggior parte di seggiolini per auto;
  • universale esterno, in grado di adattarsi a tutti i tipi di seggiolino;
  • progettato ad hoc per una specifica marca di seggiolino.

Rispetto ad altre tipologie, i dispositivi anti abbandono universali hanno senza dubbio il grande vantaggio di adattarsi a qualsiasi modello di seggiolino e alla crescita del bambino, per non parlare dell’ampio numero di modelli, marche e prezzi differenti tra i quali scegliere il più adatto alle vostre esigenze. Attenzione però a scegliere solo modelli omologati secondo la normativa vigente. D’altro canto, i seggiolini auto con dispositivo anti abbandono integrato se da un lato sono molto pratici e sicuri, con garanzia di omologazione, la scelta ad oggi è piuttosto limitata, il loro costo elevato e alcuni modelli funzionano solo tramite app propria. A prescindere dalla tipologia, i seggiolini anti abbandono devono infine:

  • attivarsi automaticamente a ogni utilizzo nel momento in cui il bambino viene messo sul seggiolino, inviando un segnale di conferma sullo smartphone del conducente;
  • essere dotati di allarme anti abbandono sia visivo che acustico (anche vibrazioni), percepibile sia all’interno che all’esterno dell’auto;
  • essere dotati di sensori elettronici;
  • essere compatibili con gli attacchi delle cinture di sicurezza;
  • essere in grado di comunicare con gli smartphone;
  • inviare un segnale se la batteria è scarica.

Seggiolini con dispositivo antiabbandono: sanzioni, costi e bonus

I seggiolini auto con dispositivo anti abbandono, una volta acquistato un modello che presenti dichiarazione di conformità da parte del produttore, vanno assolutamente esibiti in caso di controllo. Se durante un controllo si risultasse sprovvisti di un qualsiasi dispositivo anti abbandono, separato o integrato allo stesso seggiolino auto, secondo il nuovo Articolo 172 del Codice della Strada si rischiano:

  • una multa da 81 a 326€;
  • la decurtazione di 5 punti dalla patente;
  • la sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi in caso di recidiva nei due anni successivi.

Per quanto riguarda i costi, invece, a seconda del modello un seggiolino dotato di dispositivi anti abbandono i prezzi variano dai 150 ai 350€. Esistono in commercio anche delle versioni di dispositivi anti abbandono molto basici ma al tempo stesso efficaci, collegabili addirittura all’accendisigari dell’auto, dotati di relativa app per smartphone e con un costo che varia dai 30 ai 90€. Assicuratevi sempre di acquistare prodotti omologati. Il dispositivo anti abbandono non è soltanto obbligatorio per legge, ma è soprattutto necessario alla sicurezza dei propri figli, dunque un buon investimento.

Per evitare che l’obbligatorietà spinga molti a preferire seggiolini e dispositivi di bassa qualità con l’illusione di risparmiare, a partire dal 20 febbraio 2020 il governo ha introdotto la possibilità di usufruire di un bonus dedicato del valore di 30€. Se siete in procinto di acquistare un dispositivo anti abbandono o un seggiolino con dispositivo anti abbandono integrato vi consigliamo di verificare l’attuale disponibilità del bonus, in quanto è soggetto a vincoli e ad esaurimento fondi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Come funzionano i dispositivi anti abbandono