Rubare l’auto: la tecnica delle chiavi “vergini” taroccate

Il rubare auto è un'azione che si sta verificando con maggior frequenza. Questo è dovuto all'invenzione di alcuni dispositivi e di tecniche di furto d'auto innovative

Il furto d’auto è una tendenza che oggi si trova in una fase di rapida crescita. Questo per via di sistemi tecnologici avanzati. Anche a causa dell’accresciuto ingegno dei ladri, rubare l’auto è diventata un’azione semplicissima da compiere. Spesso bastano poche azioni e un tempo di esecuzione relativamente breve. Al termine del furto il proprietario rischia di non accorgersi nemmeno di come gli abbiano portato via la macchina da sotto il naso. In più anche i metodi di furto utilizzati dai malviventi hanno subito un’evoluzione importante. Tra tutte le tecniche che i malviventi utilizzano per rubare le macchine, ce n’è una particolare.

Si tratta della tecnica delle chiavi vergini taroccate. Per eseguirla, i malviventi acquistano online un software specifico. Generalmente quest’ultimo viene venduto sulla rete web dai tanti hacker che la popolano. Il prezzo è variabile in base a diversi fattori, come la qualità del software e il modello di produzione. Sempre in internet i ladri d’auto acquistano anche un dispositivo chiamato chiave vergine. Grazie a questo è possibile aprire il veicolo utilizzando i metodi tradizionali.

Il furto d’auto si conclude quando il veicolo viene messo in moto grazie all’utilizzo delle chiavi vergini. Questo avviene tramite il software degli hacker, che permette alla chiave elettronica di connettersi al circuito del veicolo. Nella maggior parte dei casi, il collegamento al circuito elettrico del veicolo avviene per mezzo di una presa OBD. Il software pirata codifica la chiave vergine, adattandola al tipo dell’automobile e facendola diventare la chiave di quel veicolo specifico. I ladri devono soltanto inserire la chiave nell’apposita serratura e portare via la macchina.

Una volta che l’auto è stata portata via, i ladri disattivano tutti gli altri sistemi di sicurezza. Vengono disattivati dispositivi come il GPS, che permetterebbero di localizzare la macchina. Una volta portata in un nascondiglio sicuro, il furto può considerarsi completo. Per annullare la possibilità di questo furto, il proprietario deve ricordarsi di utilizzare più sistemi antifurto. Combinando i sistemi antifurto elettronici e meccanici si riesce ad avere una maggiore sicurezza e impedire che la propria macchina venga rubata.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Rubare l’auto: la tecnica delle chiavi “vergini” tar...