Riconoscere una auto del segmento c

La classificazione delle auto in Europa, alla scoperta delle auto del segmento c in cinque step.

Anche per gli utenti meno esperti è importante saper riconoscere qualcosa di più sulle tipologie d’auto esistenti, soprattutto quando si trovano a doverne acquistare una. Districarsi tra le varie classificazioni non è facile, ma possibile. La classificazione europea ufficiale vigente tende a distinguere le auto in base alle dimensioni dei veicoli attraverso una numerazione alfabetica. Le auto del segmento c appartengono alla terza classe.

Le auto del segmento c sono le medium cars, berline di medie dimensioni. Le vetture appartenenti a questa classe vengono anche definite come Small family car. La definizione è quella dell’ Euro NCAP, ovvero il programma di un ente privato europeo per la valutazione dei nuovi modelli di automobili in termini di sicurezza passiva, tramite l’introduzione di protocolli di prova.

Le auto appartenenti al segmento c sono state progettate per la prima volta negli USA tra il 1959 e il 1960. Nel Nord America, in realtà, le si definisce compact car. Dunque, in quegli anni vennero vennero commercializzate diverse compact car come la Chevrolet Corvair, la Ford Falcon, la Plymouth Valiant, la Rambler American e la Studebaker Lark.

Le auto di segmento c spiccano nel mercato europeo e nel mondo delle utilitarie. Esse sono tra le più vendute. Il motivo del successo è che le auto di questa classe sono create per nuclei familiari, permettono di trasportare più persone e di percorrere lunghe distanze senza eccedere nelle dimensioni che rimangono contenute. Infatti le auto del segmento c hanno una lunghezza che varia da 4,10 metri ai 4.50 metri.

Se doveste dare un volto alle auto del segmento c, il primo modello a cui far riferimento, ma solo per la sua storia nel mercato dell’automobile, è la Golf, autovettura della Volkswagen da oramai trent’anni sul mercato. In Italia, vi sono altri modelli di berline medie altrettanto affidabili come l’Alfa Romeo Giulietta, la Ford Focus e l’Opel Astra.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Riconoscere una auto del segmento c