Revisione Auto, cosa si rischia? Multa e sanzioni

La revisione auto è obbligatoria per verificare che il veicolo sia nelle condizioni di circolare sulle nostre strade

Qualsiasi automobilista potrebbe dimenticarsi di far revisionare la propria vettura, anche se è un importante obbligo.

Le legge infatti impone questo controllo per verificare che ogni veicolo sia in condizioni di circolare in sicurezza. Si tratta di un procedimento che le officine o i centri preposti dovranno poter fare a ogni auto dopo l’immatricolazione e con frequenza biennale. Serve a controllare che ogni mezzo sia in ottimo stato di salute e rispetti alcuni standard che riguardano la sicurezza, i consumi e anche altri possibili aspetti.

Abbiamo appena parlato anche della grande novità in questo ambito, si tratta del certificato di revisione al quale si devono adeguare tutte le officine e i centri preposti, ogni meccanico autorizzato deve essere in grado, entro il 2021, di rilasciare questo nuovo documento. Si tratta di un modulo che deve contenere obbligatoriamente i dati identificativi della macchina e anche tutte le informazioni che riguardano i controlli effettuati dal professionista, compreso quello relativo al chilometraggio. Tra l’altro uno dei principali motivi per cui è stato istituito il certificato di revisione è proprio quello di evitare le truffe del contachilometri. Il documento deve essere inviato al Ministero dei Trasporti.

I costi della revisione cambiano a seconda del luogo in cui viene effettuata, in Motorizzazione si spendono 45 euro e invece presso le officine meccaniche autorizzate circa 64 euro. Sono previste multe molto salate per gli automobilisti che non rispettano questo obbligo di legge. Innanzitutto per chi cerca di aggirare la legge con una revisione falsa il rischio è di pagare una sanzione economica fino a 1.700 euro e di vedersi confiscato il mezzo.

Chi invece non sottopone la macchina a revisione viene beccato al controllo dalle autorità, deve pagare una contravvenzione compresa tra i 170 e i 680 euro circa. Deve anche essere applicato un tagliando che indica “sospeso” all’interno del libretto di circolazione. In questo modo l’auto non potrà circolare e quindi essere guidata da nessuno finché non verrà eseguita la revisione. Se dovesse essere sorpreso l’automobilista alla guida del veicolo sospeso rischia una multa salata dai 1.950 agli 8.000 euro e il fermo amministrativo del mezzo per 90 giorni. È possibile circolare con la revisione scaduta solo il giorno in cui è stato prenotato il controllo.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Revisione Auto, cosa si rischia? Multa e sanzioni