Regolazione automatica della distanza: cos’è e come funziona

La regolazione automatica della distanza consente di stabilire lo spazio dei veicoli che precedono la propria vettura

Quando si parla di regolazione automatica della distanza (detta anche “ACC“), ci si riferisce precisamente ad una funzione di misurazione della velocità e della distanza riguardante i veicoli in transito che precedono la propria automobile. Come funziona esattamente questo sistema? Grazie al meccanismo di un radar associato alla tecnologia Cruise Control, viene calcolata la lontananza e lo spazio relativo alle vetture che precedono la propria auto permettendo di mantenere una certa velocità durante la guida.

Il Cruise Control è un meccanismo che consente al conducente di impostare la velocità desiderata e l’intervallo di tempo attraverso l’utilizzo di appositi tasti disposti sul volante multifunzione, oppure, in base al modello della vettura, tramite la leva sul piantone dello sterzo. Inoltre, il display multifunzione consente di visualizzare la comparazione tra la distanza reale e quella impostata. Lo scopo del radar infatti, è quello di esaminare regolarmente lo spazio anteriore alla propria automobile. Proprio per questo, tale tecnologia consente di intervenire diminuendo la velocità in base alla distanza dell’ipotetico veicolo antistante per poi riacquistare la sua rapidità a corsia libera.

E’ possibile interrompere la regolazione automatica della velocità semplicemente utilizzando l’acceleratore. Infatti, agendo sul pedale, il guidatore può accelerare e la funzione “ACC” si arresta automaticamente. In aggiunta, azionando il pedale del sistema frenante, si interrompe in maniera istantanea la funzione di regolazione auotomatica della distanza. Grazie al display multifunzione centrale si ha la possibilità di visionare e tenere sotto controllo tutte le comunicazioni riguardanti i processi del sistema per garantire una guida più sicura e regolare.

In situazioni di transito limitato, il sistema di regolazione automatica della distanza, oltre a calcolare lo spazio antistante relativo alla presenza di un eventuale veicolo, consente di intervenire arrestando in maniera definitiva la vettura nel caso vi fosse la presenza di ingorghi, code o ostacoli, riprendendo la sua velocità in relazione alla situazione. Ciò avviene in combinazione con cambio automatico o DSG con doppia frizione. Bisogna considerare che tale sistema, associato al cambio automatico o DSG con doppia frizione, può essere impostato da 0 a 160 km/h, mentre in combinazione al cambio manuale può essere attivato da 30 a 160 km/h garantendo il massimo del comfort e della stabilità su strada.

Immagini: Depositphotos

MOTORI Regolazione automatica della distanza: cos’è e come funzio...