Quando sostituire le spazzole del tergicristallo

Per una guida sicura in ogni situazione atmosferica, le spazzole tergicristallo devono essere in ottime condizioni: ecco quando cambiarle

Le spazzole tergicristallo sono un elemento indispensabile per garantire la massima visibilità in auto. Non solo vengono azionate in caso di pioggia o di neve, ma anche per rimuovere la condensa che si crea durante la notte. Inoltre, servono per togliere i pollini o gli altri residui che durante la guida possono depositarsi sui vetri.

Tuttavia, se le spazzole tergicristallo non sono in ottime condizioni, possono essere controproducenti e peggiorare la visibilità anziché aumentarla. Per questo è indispensabile verificare periodicamente il funzionamento dei tergicristalli auto e valutare se sia il caso di sostituirli.

Spazzole tergicristallo: quando sostituirle

Lo stato di usura delle spazzole tergicristallo viene segnalato dal fatto che, dopo averli azionati, il vetro rimane ancora sporco. Tuttavia, c’è un altro importante indicatore che può far sospettare che entro breve bisognerà sostituire i tergicristalli. Infatti, quando non sono più in buone condizioni, producono un rumore piuttosto forte con la specie di stridio. Oppure, quando sono vecchi, anche se non sono stati usati molto, possono iniziare a sbriciolarsi e a lasciare righe nere sul parabrezza. In questi casi, dunque, sarà indispensabile cambiare i tergicristalli, per evitare di trovarsi ad affrontare il buio o il maltempo con una visibilità molto scarsa.

Perché le spazzole tergicristallo si danneggiano

Le spazzole tergicristallo sono particolarmente soggette a usura, in quanto si trovano direttamente esposte alle intemperie. Soprattutto la parte in gomma, che è quella che striscia sul vetro rimuovendo l’acqua o i residui di sporcizia, si usura facilmente:

  • l’attrito con il vetro fa sì che i gommini progressivamente si consumino, soprattutto se si vive in zone dove è necessario azionare frequentemente i tergicristalli;
  • l’alternarsi di pioggia e sole e gli sbalzi di temperatura fanno seccare la gomma, che poi si sgretola. Proprio per questo, talvolta, è peggio avere tergicristalli vecchi, anche se poco usati, che tergicristalli recenti un po’ consumati. Oltre tutto, quando subiscono l’azione di questi agenti atmosferici, si piegano e non aderiscono più perfettamente al vetro. Quindi, anche se non sono molto consumati, non puliscono in modo accurato.

Ogni quanto cambiare i tergicristalli

Anche se non ci sembrano particolarmente consumati o se non avvertiamo scricchiolii e stridii quando azioniamo le spazzole tergicristallo, è buona norma sostituirle almeno una volta all’anno. Di solito, quando si fa il tagliando o la manutenzione periodica, è il meccanico stesso a controllare le spazzoline ed eventualmente a sostituirle. Se però è da parecchio tempo che non viene fatta la manutenzione, allora possiamo anche provvedere a sostituirli in autonomia.

Si possono cambiare solo i gommini oppure sostituire tutto quando il braccio del tergicristallo: ovviamente la sostituzione del refill è più economica, tuttavia bisogna fare attenzione ad alcuni elementi:

  • generalmente le case automobilistiche nei ricambi forniscono tutto il tergicristallo, compreso l’archetto. Quindi, se si acquista solo la gomma, sarà opportuno scegliere le misure corrette. Meglio non acquistare quelli universali che sono da tagliare di misura. Inoltre, bisogna fare attenzione che per alcuni modelli di automobile i due tergicristalli anteriori possono essere diversi l’uno dall’altro. Quindi, durante la sostituzione bisogna fare attenzione a non scambiarli. Di solito, poi, il tergicristallo posteriore è diverso dagli altri due, quindi prima di acquistarlo è opportuno controllare sulla confezione di scegliere quello corretto;
  • per quanto riguarda la sostituzione dei gommini, ne esistono sul mercato marche e tipologie diverse. Generalmente quelli di marche più note sono anche più resistenti e duraturi: di solito, non vale la pena di risparmiare pochi euro e poi correre il rischio di avere un prodotto che dopo poco tempo è già rovinato. Inoltre, quelli più scadenti fin da subito non detergono bene i vetri;
  • prima di decidere se sostituire solo i gommini o se cambiare completamente il tergicristallo, è opportuno valutare lo stato di usura dell’archetto. Per quanto siano di materiali piuttosto solidi, con il tempo e con l’uso possono iniziare a piegarsi e non garantire una perfetta aderenza. Per questo potrebbe succedere che, pur avendo sostituito di recente i gommini, le spazzole tergicristallo non facciano a dovere il loro lavoro. Per questo sarebbe opportuno periodicamente cambiare tutto il tergicristallo, compreso l’archetto. Senza dubbio, in questo caso il prezzo sale decisamente, rispetto alla semplice sostituzione dei gommini, tuttavia garantisce una maggiore sicurezza e un maggior comfort di guida. L’ideale potrebbe essere sostituire i gommini almeno una volta all’anno e provvedere al cambio completo delle spazzole tergicristallo almeno ogni 3-4 anno, sempre che non ci siano stati eventi che consiglino il cambio più di frequente.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Quando sostituire le spazzole del tergicristallo