Come scegliere i portasci per la tua auto

Scopri come scegliere i portasci per l'auto e quali sono le caratteristiche di ciascuna tipologia

Per tutti gli appassionati di sport invernali come lo sci e lo snowboard, il portasci per l’auto è uno degli accessori indispensabili per trasportare appunto sci e tavole in maniera molto comoda, sul tetto della propria vettura. Quando si parte per la settimana bianca oppure si decide di fare anche solo una gita fuoriporta di una giornata in montagna, è bene poter portare con sé tutta l’attrezzatura e l’abbigliamento sportivo adatto, in totale sicurezza, senza creare pericolosi ingombri in auto.

Il portasci per auto è un accessorio indispensabile in questo caso, perché dà la possibilità a chiunque di caricare tutta l’attrezzatura per sciare o per le discese con lo snowboard, senza intralciare la visuale del guidatore e senza nemmeno il rischio che sci o altri oggetti possano cadere oppure limitare i suoi movimenti mentre è al volante, potrebbe essere molto pericoloso. Il portasci consente quindi di caricare gli sci, le tavole e tutto il necessario senza occupare i sedili posteriore e quindi è possibile partire per la montagna con tutta la famiglia in sicurezza e comodità.

I vari modelli di portasci presenti sul mercato

In commercio ci sono differenti tipologie di portasci adatti a tutte le esigenze, in grado di soddisfare i bisogni e le necessità di chiunque. Ad esempio ci sono i portasci posteriori, quelli a barre, o ancora quelli magnetici. I migliori supporti si adattano ai diversi tetti delle macchine. Poi ci sono delle tipologie che non vanno bene per i tettucci bombati, o altre che non si possono installare sui tettucci in vetro o senza il supporto di staffe già presenti.

Altra differenza importante tra i vari sistemi in commercio è la “capienza”, e quindi il numero di sci e tavole da snowboard che sono in grado di portare, da un minimo di 2 a un massimo di 6 paia di sci o 4 tavole. Soluzioni perfette per le coppie, ma anche per le famiglie o i gruppi di amici. Tutti i portasci per auto oggi, o quasi, hanno il sistema di sicurezza antifurto con serratura e chiave, per evitare furti e scoraggiare ogni tentativo di eventuali ladri e malviventi.

Tanti anche i marchi che troviamo sul mercato, dai più popolari e quelli caratterizzati dal miglior rapporto qualità/prezzo, fino a quelle soluzioni più economiche, per i meno esigenti.

Quali sono le principali tipologie di portasci che troviamo in commercio

Nei negozi fisici o online possiamo trovare differenti tipologie di portasci per auto. Vediamo le più comuni e quali sono le loro caratteristiche principali:

  • prima di tutto c’è il dispositivo composto da due barre, che vengono montate sul tetto dell’auto o sulla finitura della carrozzeria o ancora sulle barre portatutto con viti e agganci. Sono dotate di un sistema di apertura per inserire gli sci e bloccarli, sono rivestite in materiale gommoso e sono apprezzate da chi le utilizza perché sono estremamente stabili;
  • portasci magnetici, molto comodi perché non necessitano di alcun montaggio. È sufficiente infatti appoggiarli e farli aderire al tetto della macchina, prima però assicuratevi sempre che la superficie su cui li applicate sia ben asciutta e pulita. C’è un gancio che consente poi di staccarli quando non servono, basta tirare il supporto verso l’alto. In genere insieme ai portasci magnetici viene venduta anche una cinghia di sicurezza, che consente di ancorare meglio le barre alla macchina e quindi di aumentare la sicurezza del sistema. L’unico problema di questa tipologia di supporti è che non possono essere usati sul tetto retraibile o in vetro;
  • l’ultima tipologia di barre sono quelle posteriori, si tratta nello specifico di staffe che si agganciano sul portabagagli posteriore dell’auto,
  • infine ci sono i box, ovvero dei contenitori da mettere sul tetto. Sono molto capienti, possono contenere fino a sei paia di sci e anche tavole da snow. Sono molto vantaggiosi perché sono sistemi chiusi, in grado di proteggere al massimo tutti gli oggetti che vengono riposti al loro interno;
  • altra soluzione è il gancio da traino, sicuramente quella meno usata perché molto ingombrante e scomoda durante le manovre con l’auto. In ogni caso, soprattutto per chi trasporta con sé un’elevata quantità di attrezzi e simili, è molto utile. Nello specifico il gancio consente di montare una struttura sulla quale bloccare i portasci.

Come montare il portasci per auto

I portasci che si montano sulle barre fisse sono più versatili e facili da installare autonomamente, senza l’aiuto di un esperto. In genere sono dotati di agganci con viti di fissaggio. I sistemi con il magnete sono sicuramente i più semplici e veloci da montare. In ogni caso seguite sempre le istruzioni fornite dal produttore.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Come scegliere i portasci per la tua auto