Cosa copre la polizza cristalli per i vetri dell’auto

Scopri quali sono i danni che copre la polizza per i cristalli dell'auto e in che modo funziona

La polizza cristalli è una delle coperture opzionali più richieste quando si assicura l’auto, in quanto permette di tutelarsi in caso di danni ai vetri del veicolo. Si tratta di un’assicurazione utile e importante, infatti la riparazione e soprattutto la sostituzione del parabrezza sono interventi particolarmente costosi. Al contrario la polizza presenta spesso un prezzo contenuto, un importo basso che consente di proteggersi in caso di danneggiamenti ai cristalli.

Allo stesso tempo bisogna scegliere in modo consapevole, analizzando tutti i pro e contro della copertura per capire se si tratta realmente di una garanzia conveniente e adatta alle proprie necessità. L’assicurazione dei vetri dell’auto inoltre può essere stipulata appena come integrazione della polizza RCA, perciò bisogna valutarla al momento di rinnovare la copertura di responsabilità civile obbligatoria oppure per la sottoscrizione di una nuova assicurazione auto.

Polizza cristalli: come funziona

L’assicurazione cristalli è una garanzia accessoria, ovvero una copertura facoltativa con la quale è possibile estendere le tutele offerte dalla polizza RC Auto. L’assicurazione obbligatoria per gli autoveicoli, infatti, non copre una serie di danneggiamenti che possono colpire il veicolo assicurato, in quanto tutela appena contro i danni provocati a terzi (persone o cose) durante la circolazione stradale.

Se si rimane coinvolti in un sinistro stradale e la colpa è dell’altro conducente, l’assicurazione della controparte rimborsa i danni che il proprio veicolo ha subito. In tutti gli altri casi l’auto non è coperta contro eventuali danneggiamenti, ad esempio quando si causa un incidente per colpa propria, se il veicolo esce di strada e urta un ostacolo, oppure quando un evento accidentale provoca un danno alla vettura.

La garanzia cristalli garantisce una copertura in caso di rottura o danneggiamento dei vetri del veicolo, con la possibilità in base alla gravità del danno di procedere con la riparazione o la sostituzione del vetro. In questo caso non bisogna pagare nulla, nei limiti dell’importo massimale previsto dalla polizza e specificato all’interno del contratto assicurativo. L’intervento infatti è a carico della compagnia, la quale si occupa di pagare la ditta che ha realizzato l’operazione e sistemato i vetri.

Polizza cristalli: cosa copre

Una polizza per i cristalli dell’auto mette a disposizione una copertura contro i danni a:

  • parabrezza anteriore;
  • lunotto posteriore;
  • vetri laterali.

A seconda della compagnia è possibile assicurare anche optional come il vetro del tetto panoramico, un accessorio sempre più richiesto e presente in molti modelli di auto al giorno d’oggi. Invece sono esclusi i vetri di altri componenti del veicolo, come gli specchietti retrovisori esterni e interni, i fanali anteriori e quelli posteriori. Eventuali danneggiamenti a questi cristalli non vengono risarciti dalla polizza, ma sono a carico del proprietario dell’auto.

L’assicurazione garantisce un rimborso per i danni accidentali e in caso di rottura causata da terzi involontariamente, ad esempio quando un detrito colpisce il parabrezza in autostrada e danneggia il vetro anteriore del veicolo. La polizza non copre invece i danni volontari, quelli occorsi in seguito a un furto, oppure provocati da atti vandalici, eventi naturali e incendi, lasciando esclusi anche i danni avvenuti come conseguenza della rottura dei vetri ad altre parti della vettura.

È importante ricordare che in questi casi esistono delle specifiche garanzie complementari della RCA, come la polizza furto e incendio, l’assicurazione atti vandalici e la copertura Kasko completa o mini Kasko. Queste garanzie aggiuntive consentono di ottenere una copertura su misura delle proprie esigenze, inoltre molte compagnie assicurative propongono spesso pacchetti con varie polizze accessorie offerte a prezzi promozionali più vantaggiosi.

Il rimborso della garanzia cristalli

Il risarcimento della polizza cristalli dell’auto prevede innanzitutto l’analisi del danno, quindi la prima cosa da fare è comunicare alla compagnia l’evento secondo le procedure previste dal proprio assicuratore. Una volta denunciato il sinistro l’impresa assicurativa invia un perito per accertare il danneggiamento, altrimenti può richiedere appena una foto del vetro e una dichiarazione che spieghi la dinamica del fatto da inviare telematicamente.

I danni al lunotto posteriore e ai vetri laterali in genere prevedono sempre la sostituzione completa, mentre per quelli del parabrezza anteriore dipende dall’entità del danno. Se il vetro presenta una scheggiatura di diametro inferiore a 2,5 cm, oppure se la rottura non impedisce una corretta visuale al conducente, è possibile procedere con la riparazione. In caso contrario viene concessa la sostituzione del parabrezza, montando un nuovo vetro al posto di quello danneggiato.

L’intervento viene effettuato di norma presso strutture specializzate convenzionate con la compagnia assicurativa, dove è possibile usufruire di procedure semplificate, in quanto spesso è l’officina che si occupa delle pratiche burocratiche e delle comunicazioni con l’assicuratore. In questo modo non bisogna anticipare i soldi per la riparazione, richiedendo successivamente il rimborso alla compagnia, ma è direttamente il centro che se ne occupa.

Ovviamente è possibile far riparare il vetro rotto dell’auto presso un’officina di fiducia, ad esempio nel caso la struttura indicata dalla compagnia sia difficile da raggiungere, oppure quando si preferisce che il lavoro venga svolto da una ditta specifica. In questi casi bisogna prestare attenzione, perché la garanzia per i cristalli prevede dei vantaggi quando la riparazione è realizzata in un centro convenzionato, non solo evitando di anticipare i costi dell’intervento.

Alcune compagnie assicurative propongono una franchigia più bassa o nulla, oltre a un massimale più alto o senza limiti, purché l’operazione di sostituzione o riparazione dei cristalli del veicolo sia effettuata in un’officina convenzionata con l’impresa assicurativa. Anche le tempistiche sono più rapide, con la possibilità di recarsi anche in giornata presso la struttura, fornire gli estremi della polizza e far sistemare il danno in poco tempo senza preoccuparsi di nulla.

È possibile stipulare solo la polizza cristalli?

In genere non è possibile acquistare la polizza cristalli separata, infatti è una garanzia accessoria che aumenta e completa le coperture di base offerte dall’assicurazione RCA obbligatoria. A seconda della compagnia assicurativa la garanzia cristalli può essere stipulata da sola in aggiunta alla RC Auto, oppure in alcune circostanze soltanto insieme ad altre polizze opzionali come la copertura furto e incendio.

Tuttavia bisogna sempre controllare che questa protezione non sia già inclusa in altre coperture già sottoscritte, infatti alcune polizze facoltative possono prevedere una tutela contro i danni ai vetri dell’auto. Si tratta di assicurazioni accessorie come la Kasko, la garanzia atti vandalici e la copertura eventi naturali, ognuna delle quali offre però un risarcimento per i danni ai cristalli appena se causati da determinati eventi.

Si può stipulare la polizza cristalli dopo la rottura dei vetri?

Naturalmente non è possibile comprare la polizza cristalli dopo la rottura, né durante l’anno assicurativo ancora in corso. Le garanzie accessorie possono essere stipulate soltanto quando si acquista l’assicurazione RC Auto o al rinnovo. Per questo motivo bisogna sempre scegliere con attenzione le coperture opzionali, per non ritrovarsi costretti a pagare un danno di migliaia di euro per non aver sottoscritto una polizza da poche decine di euro l’anno.

I limiti della garanzia cristalli

Tutte le assicurazioni cristalli prevedono una serie di clausole che vanno analizzate in modo accurato, leggendo sempre il set informativo proposto dalla compagnia prima della stipula della polizza. Innanzitutto la garanzia presenta un massimale di rimborso, ovvero un importo che corrisponde al risarcimento più alto che si può ottenere dalla compagnia a copertura del rischio, perciò oltre questa soglia l’assicuratore non è tenuto a rimborsare l’assicurato.

Spesso la polizza cristalli prevede anche una franchigia, un importo minimo entro il quale la compagnia non rimborsa il danno, ma rimane a carico del contraente dell’assicurazione. In genere il massimale è intorno ai mille euro, con una franchigia di circa 150 euro. Ad ogni modo molte compagnie rinunciano alla franchigia e al massimale, purché la riparazione o la sostituzione dei vetri danneggiati avvenga in un centro convenzionato con l’impresa.

Un altro limite della polizza cristalli è il numero di volte che la copertura può essere azionata, infatti di solito è possibile usufruire del rimborso dell’assicurazione fino a 2 sinistri in un anno assicurativo. Al terzo evento la compagnia non risarcisce il danno, ma è necessario procedere per conto proprio. In questo caso bisogna rivolgersi a un centro specializzato, per richiedere un preventivo e valutare il valore dell’intervento e le possibilità a disposizione.

Quando conviene la polizza cristalli?

La garanzia cristalli è una polizza sempre conveniente, infatti il premio assicurativo prevede un importo basso di poche decine di euro, in quanto si tratta di una delle polizze accessorie alla RCA più economiche. Ovviamente per alcuni automobilisti è più indicata, ad esempio per chi percorre molti chilometri l’anno con l’auto, chi viaggia spesso in autostrada o su strade extraurbane ad alto scorrimento.

Inoltre in caso di danni ai vetri della macchina è obbligatoria la riparazione, altrimenti non si supera la revisione auto e il veicolo non può circolare. La guida con un vetro rotto o scheggiato è sanzionata dall’articolo 79 del Codice della Strada, il quale disciplina l’applicazione di una multa da 85 a 338 euro. Se la circolazione avviene in autostrada, oppure su una strada extraurbana, viene anche applicata la decurtazione di 2 punti dalla patente di guida.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Cosa copre la polizza cristalli per i vetri dell’auto