Minicar: l’auto dei minorenni che fa discutere

In rispetto alla normativa CE 92/61, le minicar o miniauto sono dei tricicli o quadricicli leggeri, con massa a vuoto non superiore ai 350 Kg ed una velocità massima di 45 km/h.

Il Codice della Strada le definisce “quadricicli” e possono essere guidate a partire da 14 anni di età avendo solo il patentino e non la patente di guida per le auto.  Considerati i numerosi incidenti registrati negli ultimi anni che hanno visto coinvolte le minicar guidate da adolescenti, c’è una proposta di legge che prevede di innalzare l’età del conducente da 14 a 16 anni e di far sostenere non soltanto un esame teorico di guida ma anche pratico.

La potenza del motore delle minicar può raggiungere al massimo i 4 kW/5.4 cv, ma purtroppo la potenza può essere facilmente modificata per cui le minicar possono superare la velocità consentita per legge di 45 km/h e raggiungere anche i 60 km/h o addirittura i 90 km/h.

Le microcar o miniauto possono essere guidate a partire dall’età di 14 anni, se provvisti di patentino, e i maggiorenni possono anche trasportare a bordo un passeggero.

Per guidare le minicar è pertanto necessario solo un patentino detto anche “certificato di idoneità”, tranne per guidare alcuni modelli (per esempio Microcar Family) per cui è richiesta la patente A1/A4 che viene rilasciata dopo una prova pratica con veicoli a 3 o 4 ruote, mentre la patente A1 si consegue con un esame con un veicolo a 2 ruote.

Il patentino è un documento che è rilasciato dalle scuole guida o dalle scuole pubbliche dopo aver frequentato un corso tecnico di educazione stradale al termine del quale (solo per i minorenni) è previsto un esame con la compilazione di un questionario.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Minicar: l’auto dei minorenni che fa discutere