Patente C e CQC per camionista, ecco che cosa serve

Per essere un camionista non basta più la patente C, ma è necessaria anche la CQC: ecco cos'è e come prenderla

*AGGIORNAMENTO FEBBRAIO 2020*

Novità in arrivo per chi guida mezzi pesanti per il trasporto di cose o persone riguardo l’obbligo di possedere la CQC, cioè la Carta di Qualificazione del Conducente. La CQC sarà obbligatoria per chiunque guiderà veicoli che necessitano delle patenti C, D ed E con le relative sotto categorie. Il Consiglio dei ministri del 23 gennaio 2020 ha infatti approvato il provvedimento di recepimento della Direttiva (UE) 2018/645 che modifica la direttiva europea 2003/59/CE. Questa modifica introduce l’obbligo a chiunque possiede una patente delle categorie C1, C, C1E, CE, D1, D, D1E, DE ad avere la CQC, indipendentemente dal lavoro.

Come requisito fondamentale per un aspirante camionista c’è innanzitutto la patente B, che pone le basi per la C, specifica per i camion. Quest’ultima consente il trasporto di merci (non di persone) con camion che abbiano una massa a pieno carico non superiore alle 3,5 tonnellate. Se, invece, si devono guidare camion di limitato tonnellaggio, è possibile anche effettuare l’esame per la C1.

Queste hanno durata quinquennale fino ai 65 anni (dopo di che dovranno essere rinnovate ogni due anni) e, per sostenere l’esame, è necessario avere minimo 21 anni. Per condurre veicoli che siano adibiti al trasporto di merci per conto terzi, invece, è necessario la CQC merci, anch’essa con durata di 5 anni. A differenza delle patenti C e C1, può essere presa anche al raggiungimento a 18 anni, purché si sia già in possesso della patente B.

Per un’attività professionale, la CQC merci è stata resa obbligatoria a partire dal 10 settembre 2009. Per ottenerla è necessario seguire un corso che può avere una durata variabile in base alle esigenze dell’aspirante camionista. Sono presenti, infatti, corsi ordinari che prevedono 280 ore di teoria e 20 ore di pratica oppure corsi accelerati che necessitano della metà del tempo. Altre formazioni agevolate sono previste per chi possiede già la CQC persone e la CQC merci/persone, riducendo a 70 le ore di teoria e a 5 quelle di guida. Come per le patenti, al termine del corso è previsto un esame a quiz , costituito da due sezioni, dalla durata di 120 minuti e che si tiene presso la Motorizzazione Civile. La prima parte riguarda delle nozioni a carattere generale (comuni a tutte le CQC), mentre la seconda è più specifica. Per essere ammessi a quest’ultima, è necessario passare la prima. In caso di esito negativo per la parte specifica, si dovranno attendere 30 giorni prima di rifare la domanda di ammissione all’esame che, questa volta, non vede la necessità di ripetere quella relativa alle nozioni generali.

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Patente C e CQC per camionista, ecco che cosa serve