Patente A: limiti e regole per la guida con foglio rosa

La guida con il foglio rosa, per qualsiasi categoria di patente, prevede limiti e regole da seguire per non incorrere in spiacevoli e costose multe.

Se guidi con il foglio rosa, devi sapere tutto ciò che comporta in termini di limitazioni e regole da rispettare, per non incorrere in sanzioni amministrative, che prevedono multe fino a 1695 euro.

Nell’articolo approfondiamo le norme e le limitazioni di potenza e di cilindrata per la guida con il suddetto permesso.

Il foglio rosa viene rilasciato dopo l’esame di teoria e prima dell’esame pratico, per consentirti di fare esercitazione alla guida prima di conseguire la patente. Come già detto, raccomandiamo di seguire le importanti regole imposte per evitare contravvenzioni.

C’è da fare una precisazione: distinguiamo patente AM da patente A, A1 e A2:

  • La patente AM richiede un’età minima di 14 anni; è il cosiddetto patentino per la guida dei ciclomotori, veicoli con 2 o più ruote (4 ad esempio se pensiamo ai quadricicli leggeri o alle minicar) con cilindrata pari o inferiore a 50cc e che non superano, per costruzione, i 45 km/h di velocità.
  • La patente A1, età minima 16 anni, serve per la guida di motocicli di cilindrata massima di 125cc, di potenza massima di 11 kW;
  • La patente A2, consentita dall’età minima di 18 anni, è per la guida di motocicli di potenza non superiore a 35 kW;
  • La patente A, richiede età minima di 24 anni e serve per la guida di tutte le moto senza limitazioni.

Per esercitarsi alla guida ed essere formato in modo responsabile, il primo passo è ottenere appunto il foglio rosa, dopo aver superato l’esame di teoria in autoscuola.

L’autorizzazione vale 6 mesi, durante i quali potrai sostenere la prova pratica al massimo due volte; se il primo tentativo non dovesse andare a buon fine, allora dovrà passare almeno un mese e un giorno per il secondo.

Quali sono i limiti per la guida con foglio rosa?

Puoi fare le esercitazioni con gli istruttori o da solo, purché in luoghi poco frequentati. Se guidi veicoli a più di 2 ruote, dovrai ottenere l’omologazione per il passeggero; non potrai infatti esercitarti senza avere al tuo fianco una persona che abbia almeno 10 anni di anzianità alla guida e un’età non superiore ai 65. Sui ciclomotori a 3 o 4 ruote, è necessario esporre la P di principiante, finché non si ha il patentino.

La definizione di luoghi poco frequentati non consente una valutazione permanente, ma viene fatta di volta in volta in base alle condizioni del traffico. La trasgressione di questa regola viene ovviamente punita con sanzione amministrativa e multa dell’ammontare di 78 euro. Per quanto riguarda gli orari di circolazione, il Codice della Strada non ne prevede alcun limite. Sulle 2 ruote, non potrai portare nessun passeggero fino al compimento della maggiore età.

La guida con il foglio rosa, se si sta conseguendo la patente AM per i ciclomotori e A1 per le moto fino a 125cc non comporta limiti di cilindrata e potenza diversi rispetto ai veicoli che si potranno guidare dopo aver conseguito la patente. Limiti che, nel caso della patente A, non ci sono.

Se sei iscritto in autoscuola per il conseguimento della patente A1, il foglio rosa ti sarà rilasciato dopo aver passato l’esame di teoria. La prova avverrà con il metodo quiz per il candidato che non ha mai conseguito nessun tipo di patente di guida, se invece è già titolare di patente B per automobile, non sarà necessario nessun esame teorico.

In caso di precedente possesso di patente B per auto, la guida con il foglio rosa, inoltre, non necessita l’utilizzo di moto con limiti di potenza per esercitarsi; se si tratta però di un soggetto al primo anno di patente, vanno rispettati i termini specifici per i neopatentati.

Per quanto riguarda conducenti disabili, essi possono prendere la patente speciale A1 che sarà valida solo per la guida di tricicli e quadricicli che raggiungono una velocità massima di 60 km/ h. Anche in questo caso la durata del foglio rosa è di sei mesi durante i quali è possibile provare l’esame di guida per due volte.

MOTORI Patente A: limiti e regole per la guida con foglio rosa