Olio motore: come e quando sostituirlo

Per il corretto funzionamento dell'automobile è indispensabile seguire le giuste tempistiche per il cambio dell'olio

Un regolare cambio dell’olio esausto costituisce un’operazione necessaria ad una corretta manutenzione dell’autovettura e ne assicura il regolare funzionamento nel tempo. Se l’auto è nuova, è indispensabile affidarsi ad un’officina autorizzata, anche se i costi della manodopera possono essere alti. In caso contrario, la garanzia del costruttore è destinata a decadere.

Se l’automobile ha invece superato il periodo di garanzia e si è in possesso delle adeguate competenze e delle attrezzature necessarie, è possibile operare da soli, ottenendo un sicuro risparmio economico. Risulta però opportuno attenersi al manuale delle istruzioni fornito dalla casa costruttrice, nel quale sono indicati il tipo di olio adatto alla vettura e la tempistica ottimale per eseguire l’intervento sul veicolo.

Generalmente, le automobili alimentate a benzina necessitano di un cambio d’olio ogni 15000 chilometri circa, mentre per le vetture diesel è possibile arrivare a 30000 chilometri. Le automobili di recente costruzione sono dotate di un computer di bordo che segnala il momento opportuno per effettuare il cambio. Nel caso in cui non si percorrano molti chilometri, è necessario cambiare l’olio al massimo ogni due anni.

I possessori di automobili datate farebbero bene a sostituire l’olio con maggior frequenza: con il tempo infatti, il motore va incontro ad un inevitabile decadimento funzionale, perciò i consumi di olio tendono ad aumentare. Consigliamo di utilizzare sempre un olio di alta qualità poiché una buona capacità lubrificante è indispensabile al mantenimento del corretto funzionamento del motore.

Si ricorda infine che è necessario conferire l’olio esausto solamente ai centri di raccolta autorizzati poiché si tratta di un rifiuto pericoloso altamente inquinante. La dispersione dell’olio nel terreno può arrivare a contaminare la falda acquifera comportando problemi per la potabilità mentre la dispersione nei corsi d’acqua determina la formazione di una pellicola impermeabile che provoca la morte degli animali marini.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Olio motore: come e quando sostituirlo