La multa con il contrassegno invalidi in seconda fila è valida? La risposta

Hai parcheggiato in doppia fila con il contrassegno invalidi e hai preso una multa? Ti sveliamo se la contravvenzione è valida oppure no

La multa con il contrassegno invalidi in seconda fila è valida? La risposta arriva da una recente sentenza della Corte di Cassazione, che ha chiarito quali sono i diritti degli automobilisti che espongono nel proprio veicolo il pass invalidi. Come è noto il contrassegno conferisce all’auto in cui viene esposto la possibilità di circolare nelle zone a traffico limitato (le Ztl) e in quelle a traffico controllato, ma anche nelle corsie preferenziali per pullman e taxi e nelle aree sottoposte a blocco o limitazione del traffico. Per quanto riguarda i parcheggi, il pass consente di fermarsi negli spazi riservati che si trovano nei parcheggi pubblici (tranne in quelli personalizzati, destinati cioè ad un singolo titolare di contrassegno disabili), nelle aree a tempo determinato, senza dover sottostare a limitazione di orario, nei parcheggi a pagamento (gratuitamente), nelle zone a traffico limitato, a sosta limitata (senza limiti) o a traffico controllato.

Il contrassegno disabili permette anche di parcheggiare nelle aree pedonali urbane e nelle zone con divieto o limitazione di sosta, tranne nei casi in cui il veicolo intralci la circolazione. La legge dunque non indica specificatamente che è possibile fermarsi in seconda fila, ma solamente che la sosta è consentita sempre a meno che l’auto non sia di intralcio al traffico.

Per i giudici della Corte di Cassazione dunque gli automobilisti con lo speciale pass non sono esonerati dal rispetto delle generiche norme del codice stradale. La sosta dunque è consentita solamente nelle eccezioni che sono indicate per legge e in nessun altro caso. Ciò significa che i generici divieti di fermata e di sosta indicati dal codice della strada, valgono anche per le auto che possiedono il pass invalidi. Quest’ultimi non possono parcheggiare in seconda fila, sulle strisce blu o in divieto di sosta. Nemmeno il fatto che un’altro veicolo abbia occupato il posto riservato può giustificare questa violazione delle norme.

MOTORI La multa con il contrassegno invalidi in seconda fila è valida? La&nb...