Il motorino di avviamento è bloccato e non gira: cosa fare

Può capitare che l’auto non si accenda a causa di un guasto al motorino di avviamento, è importante sapere come comportarsi

Quando l’auto non si accende le cause possono essere molteplici, è importante però individuarla per cercare di risolverla.

La prima cosa da capire è se il motorino di avviamento della vettura è bloccato oppure funziona. Se non gira la causa è quasi sempre da imputare alla batteria scarica. Per verificare che il motivo sia questo, basta provare a accendere i fari: se la luce è debole o manca allora il problema sta proprio nella batteria, che deve essere ricaricata o cambiata. Se invece non dipende da questa, allora il colpevole è il motorino di avviamento che è bloccato, quindi si può tentare di sbloccare innestando una marcia bassa e spingendo l’auto avanti e indietro. Se si sente un rumore metallico allora significa che si è riusciti nell’operazione. Se nemmeno così invece riuscite a risolvere il problema, è necessario rivolgersi all’elettrauto.

La batteria scarica è una delle cause più facili da indagare e risolvere, anche se preoccupa sempre ogni automobilista. Se è scarica, e ovviamente succede a tutti, va caricata oppure cambiata. Per quanto riguarda la ricarica che serve ad un avvio di emergenza è possibile arrangiarsi senza il meccanico, bastano i cavi di avviamento e l’aiuto di un altro automobilista, disposto a condividere la propria batteria carica.

Se invece il problema è il motorino di avviamento che si è bloccato sul volano della macchina, allora è importante non farsi comunque prendere dal panico. Se è rotto va ovviamente sostituito e può costare anche diverse centinaia di euro. Potrebbe essere solamente bloccato e allora si dovrebbe sentire un clic girando la chiave nel quadro e le spie del cruscotto dovrebbero attenuarsi. In questo caso si può provare a innestare la marcia spingendo la macchina avanti e indietro oppure far girare l’albero del motorino con una chiave fino a sentirlo scattare indietro. Se la cosa non funziona, allora il motorino potrebbe essere rotto e non semplicemente bloccato.

Se il motorino è guasto e emette un picchiettio continuo allora è l’elettromagnete che non funziona, provocando la caduta di tensione per cui il motorino non si accende. Se invece emette un rumore battente, la caduta di tensione non interessa solo l’elettromagnete ma tutto il circuito di alimentazione. Se non dà sintomi all’inserimento della chiave allora il circuito elettrico interno al motorino è completamente interrotto. In ogni caso è bene sostituire il motorino di avviamento.

La corretta manutenzione di questo elemento deve essere fatta una volta raggiunti i 100.000 km e invece i vari componenti del motorino di avviamento che hanno bisogno di controlli ravvicinati sono le boccole, le spazzole, il collettore, l’elettromagnete, il circuito elettrico interno e il gruppo epicicloidale. Altri elementi che devono essere controllati sono la corona del volano e il pignone che innesta il movimento rotatorio del volano.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Il motorino di avviamento è bloccato e non gira: cosa fare