Quali son i migliori pneumatici estivi e come sceglierli

Scade oggi l’obbligo delle dotazioni invernali sulla propria auto, hai tempo 30 giorni per montare gli pneumatici estivi. Vediamo come scegliere i migliori.

Se hai pneumatici con marcatura M+S con codice di velocità inferiore a quello indicato sul libretto, allora hai tempo fino al 15 maggio per fare il cambio evitando sanzioni. Per tutti gli altri non c’è il rischio multa, ma quello di rovinare le gomme sì, quindi è arrivato il momento di acquistare gli pneumatici estivi.

La prima cosa da fare è scegliere quelli adatti al tuo veicolo. Per fare ciò, bisogna saper leggere i codici dei modelli. Dopo di che è utile confrontare i prezzi e le performance, per potersi munire degli pneumatici che meglio soddisfano le esigenze, col miglior rapporto qualità/prezzo.

Una tra le caratteristiche fondamentali a cui fare attenzione nella scelta dello pneumatico da acquistare, visto che in commercio ce ne sono molti e le tecnologie moderne sono in continua evoluzione, è la capacità di resistere al fenomeno dell’aquaplanning. Si studiano materiali innovativi e disegni che fanno sì che l’acqua defluisca rapidamente. Esistono pneumatici che utilizzano la Shark Skin Technology, riproducendo la pelle di uno squalo sulla superficie esterna; l’acqua crea meno turbolenza e può essere eliminata più facilmente. Affidati alla classificazione in merito, che indica le prestazioni su bagnato con un punteggio, il più alto è A.

Altra peculiarità a cui prestare attenzione per l’acquisto delle gomme estive è l’aderenza su strada. Maggiore è la superficie d’impatto tra la gomma e il terreno, migliore è l’aderenza, che consente quindi un minor spazio d’arresto in caso di frenata, sia su terreno asciutto che bagnato, e un conseguente livello di sicurezza più alto. La presenza di silice nel battistrada e la configurazione dei blocchi flessibili aumentano la superficie di contatto, ottimizzando l’aderenza e riducendo lo spazio di frenata in ogni condizione.

Non da meno la possibilità di risparmiare carburante, che interessa qualsiasi automobilista. È fondamentale scegliere lo pneumatico giusto, che permetta questo risparmio, soprattutto per chi usa spesso l’automobile. Ci sono delle gomme progettate per sgonfiarsi meno, più resistenti alla strada e che consentono quindi al veicolo di avanzare riducendo la dispersione di energia.

Gli pneumatici migliori sono quelli prodotti nell’anno in corso. Per sapere questo bisogna controllare il DOT, che è la sigla che segnala lo stabilimento in cui sono stati realizzate le gomme e la data di costruzione.

MOTORI Quali son i migliori pneumatici estivi e come sceglierli