La zincatura della carrozzeria dell’auto: come e perché si esegue

La zincatura della carrozzeria dell'auto è un processo che permette di evitare la ruggine e la corrosione

La zincatura è un’operazione che viene sempre più spesso effettuata già in fabbrica, soprattutto per le vetture di un certo livello. Questa operazione garantisce una totale tutela della lamiera dalla ruggine e dalla corrosione, in modo da ottenere un materiale più resistente e durevole nel tempo, coma maggiore stabilità della struttura anche dopo molti anni di utilizzo della vettura.

Ma come avviene la zincatura? Questa operazione di copertura della carrozzeria e del telaio avviene in genere in fabbrica, durante le operazioni di assemblaggio di un’automobile. Non si tratta semplicemente di verniciare l’acciaio con un , ma di permettere a questa sostanza di saldarsi chimicamente al telaio, producendo una patina durevole e resistente, che non si può staccare o scrostare in alcun modo.

Per poter essere zincati i telai vengono prima di tutto preparati, levando tutte le sbavature o le parti in eccesso presenti, sgrassando perfettamente la superficie. Quindi vengono immersi in un bagno galvanico costituito da una soluzione elettrolitica che contiene sali di zinco. Il passaggio della corrente elettrica nelle vasche permette di fissare chimicamente lo zinco presente nel fluido al telaio. In questo modo non ci sono sacche d’aria tra l’acciaio della lamiera e la vernice, ma si crea un corpo unico e indissolubile. Lo strato aggiuntivo è infinitesimale, in genere minore ai 20 micron, quindi modifica solo in modo scarsamente sensibile gli spessori della carrozzeria.

Quando si utilizza l’automobile avvengono attacchi da parte della corrosione, in ogni momento: l’acqua, il ghiaccio, le intemperie, il sale antigelo sparso sulle strade. Tutte queste sostanze sono un pericolo per la carrozzeria; quando la corrosione cerca di intaccare l’acciaio zincato è lo zinco che soccombe: minuscole particelle si staccano dalla carrozzeria, che non mostra alcun tipo di scalfittura dovuta alla ruggine. Questo trattamento è fondamentale nel lungo periodo, in quanto in genere sopra la zincatura sono poste anche delle vernici protettive, che impediscono agli agenti atmosferici di raggiungere la lamiera sottostante.

Nell’eventualità di tamponamenti o urti però le placche create dalle vernici possono subire graffi o rotture, che permettono all’acqua di percolare all’interno, fino a toccare l’acciaio nudo. In questi casi una buona zincatura può fare la differenza.

Immagini: Depositphotos

MOTORI La zincatura della carrozzeria dell’auto: come e perché si&nbsp...