Android Auto: inizia la distribuzione della nuova versione

Interfaccia completamente rivista e nuove funzioni: in questo modo Android vuole conquistare anche le automobili

Dopo averla mostrata in anteprima nel corso della conferenza Google I/O 2019 dello scorso maggio, il gigante di Mountain View ha iniziato la distribuzione della nuova versione di Android Auto.

Diverse le novità che gli sviluppatori di Big G hanno introdotto nel sistema di infotainment basato su Android. Le più evidenti e visibili riguardano l’interfaccia grafica di Android Auto, ma non bisogna sottovalutare le molteplici funzioni introdotte ex novo, che rendono più immediata l’interazione e l’utilizzo della piattaforma di intrattenimento per automobili. L’obiettivo delle modifiche, sia grafiche sia funzionali, è di semplificare l’utilizzo di Android Auto, in modo che crei meno distrazioni mentre si è alla guida.

Rispetto alla versione precedente, l’interfaccia di Android Auto è più ordinata e intuitiva. Gran parte dello spazio è occupato dalle icone delle app che si utilizzano con maggior frequenza, mentre la barra inferiore ricopre un ruolo simile a quello della barra del menu Start di Windows. Qui si trova, ad esempio, il pulsante del drawer, che permette di accedere a tutte le app utilizzabili con Android Auto. Sulla destra del pulsante, invece, compariranno i comandi veloci dell’app che si sta utilizzando, in modo da poter interagire in maniera semplice e veloce. Se, ad esempio, si sta ascoltando musica con Spotify, nella barra in basso comparirà il nome dell’artista e della canzone in riproduzione, oltre ai comandi per passare al brano successivo o per aumentare e diminuire il volume.

Android Auto

Molte delle app di Android Auto, inoltre, sono ora compatibili con Google Assistente e lo “segnalano” con un piccolo badge posto al vertice dell’icona. Per interagire vocalmente con l’app basterà tenere il dito per qualche secondo sull’icona e attendere che si attivi il microfono del veicolo. A questo punto si potranno dare comandi vocali all’app selezionata, esattamente come si fa con uno smartphone Android di ultima generazione. L’accesso alle funzionalità di Google Assistente è reso possibile, inoltre, dall’icona dedicata (a forma di microfono multicolore) presente nell’angolo a destra della barra.

Rinnovate, ovviamente, l’interfaccia e le funzionalità del navigatore, basato come sempre su Google Maps. Ora il sistema di navigazione suggerirà nuovi itinerari, meno congestionati dal traffico e con minor tempo di percorrenza, mentre siamo in auto. In questo modo si potrà risparmiare tempo prezioso e arrivare a destinazione più velocemente.

MOTORI Android Auto: inizia la distribuzione della nuova versione