Come ottenere gli incentivi per la rottamazione auto e risparmiare

I fondi a disposizione per i noti bonus auto con rottamazione di vecchi veicoli sono stati nuovamente 'rimpolpati'

Il mese scorso, con il Decreto Sostegni Bis, lo Stato ha finanziato con ulteriori 350 milioni di euro gli incentivi auto, così divisi:

  • 200 milioni per acquistare, solo con rottamazione, i veicoli con emissioni comprese tra 61-135 g/km CO2;
  • 60 milioni per extrabonus e acquistare veicoli con emissioni comprese tra 0-60 g/km CO2;
  • 50 milioni per l’acquisto di veicoli commerciali e speciali, di cui 15 milioni solo per i veicoli elettrici. Restano invariati i contributi previsti dalla Legge di Bilancio 2021 e quindi prenotabili in base alla “Massa Totale a Terra -MTT” e all’alimentazione;
  • 40 milioni per veicoli di categoria M1 usati, di classe Euro non inferiore a 6 e emissioni fino a 160 g/km di CO2. Bonus fino 2.000 euro, calcolato in base alla fascia di emissione. Per usufruire del contributo è necessario rottamare una vettura immatricolata prima del gennaio 2011, o che abbia raggiunto i 10 anni.

Il Mise ha riaperto la piattaforma per la richiesta a partire dallo scorso 2 agosto.

Quanto valgono gli incentivi auto nel 2021 e quanto durano

Per quanto riguarda le auto nuove, può ottenere il bonus chi compra, con o senza rottamazione, un veicolo per il trasporto persone con al massimo 8 posti oltre al conducente e prezzo di listino non maggiore di 40.000 euro.

Si può aggiungere anche l’incentivo per auto elettriche e ibride ricaricabili (il famoso Ecobonus), ma solo con sconto di 2.000 euro della concessionaria per la rottamazione di un’auto di almeno 10 anni e di 1.000 euro senza rottamazione (prezzo di listino non superiore a 50.000 euro IVA esclusa).

Quanto vale il bonus per auto nuove:

  • fino a 10.000 euro per auto nuova con emissioni inferiori a 20 g/km e rottamazione, sommando i 6.000 di bonus, più 2.000 euro di incentivo statale e 2.000 euro più Iva di sconto concessionaria;
  • 6.000 euro senza rottamazione per auto con emissioni 0-20, considerando 4.000 di Ecobonus, 1.000 di incentivo statale, altri 1.000 più Iva di sconto in concessionaria;
  • 2.500 euro per l’acquisto di auto nuova con emissioni tra 21 e 60 g/km con rottamazione, più 2.000 euro di nuovo incentivo statale e 2.000 euro + Iva di sconto concessionaria;
  • senza rottamazione sono 1.500 euro di Ecobonus, 1.000 euro di incentivo statale e altri 1.000 più Iva di sconto concessionaria (3.500 euro);
  • auto nuova con emissioni 61-135 g/km, il bonus si ottiene solo con la rottamazione ed è pari a 1.500 euro più 2.000 euro + Iva di sconto venditore (3.500 euro).

Il bonus auto usate invece è per coloro che comprano vetture di seconda mano Euro 6, benzina o diesel, con prezzo superiore a 25.000 euro. È necessaria la rottamazione di un veicolo immatricolato prima del gennaio 2011 o con più di 10 anni e intestato all’acquirente o a un suo familiare convivente.

Quanto vale il bonus:

  • 2.000 euro per auto usate con emissioni di CO2 0-60 g/km;
  • 1.000 euro per auto con emissioni 61-90;
  • 750 euro per la fascia 91-160.

I bonus sono disponibili fino a esaurimento fondi e comunque non oltre il 31 dicembre 2021.

Come ottenere il bonus rottamazione auto

Il contributo viene corrisposto dal venditore all’acquirente attraverso compensazione con il prezzo di acquisto. Sono i costruttori o importatori del mezzo nuovo a rimborsare il venditore dell’importo del contributo.

Le imprese costruttrici o importatrici devono però ricevere dalle concessionarie tutta la documentazione necessaria e poi possono recuperare l’importo del contributo sotto forma di credito d’imposta.

Per questo motivo, per ottenere il bonus, il nostro consiglio è quello di rivolgersi direttamente al concessionario per sapere se e quanto puoi risparmiare rottamando un vecchio veicolo e acquistando un’auto nuova.

Che documenti servono per demolire una macchina

Quando consegnate l’auto vecchia da rottamare, è necessario portare anche:

  • le targhe;
  • la Carta di Circolazione;
  • il Certificato di Proprietà (cartaceo o digitale, oppure il foglio complementare);
  • codice fiscale e carta di identità del proprietario del mezzo.

Quale macchina comprare con gli incentivi

Se avete intenzione di comprare un’auto elettrica, è il momento giusto. Infatti si tratta dei modelli che rientrano nella fascia da 0 a 20 g/km di CO2, per i quali si può arrivare a risparmiare fino a 10.000 euro. Rientrano poi nella fascia da 21 a 60 g/km di CO2 le auto ibride plug-in, una via di mezzo tra le elettriche e le motorizzazioni tradizionali a cui siamo abituati, per le quali si possono risparmiare fino a 6.500 euro. E infine ci sono tutte le vetture mild hybrid, full hybrid, diesel, benzina, GPL e metano che rientrano nella fascia di emissioni di CO2 61-135 g/km (Euro 6), per le quali si possono risparmiare fino a 3.500 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Come ottenere gli incentivi per la rottamazione auto e risparmiare