Impariamo come montare un portabici per auto

Chi ama i viaggi e le due ruote, prima o poi, si ritroverà a dover montare un portabici sulla propria auto. Scopriamo, insieme, come si fa

Se c’è un mezzo capace di sostituirsi al normale utilizzo dell’automobile questo è la bicicletta. Spesso la non capillare diffusione di piste ciclabili in buone condizioni, ma anche la possibilità di una gita fuori porta renderà necessario l’utilizzo dei due mezzi. A fare da trade union tra i due sarà uno specifico portabici. Cercheremo meglio di capire come montarlo in tutta sicurezza sulla nostra automobile.

Trasportare una o più biciclette si rivelerà molto più semplice di quello che si può pensare. Di certo fondamentale è avere un buon portabici. I portabici si differenziano innanzitutto per la capacità di carico e quindi per la diversa possibilità di trasportare numeri differenti di biciclette. E’ bene sapere che ogni portabici sarà dotato di specifiche caratteristiche in base alla tipologia di auto che lo ospiterà. Per i tipi solitari, che vogliono magari settimanalmente dedicarsi all’attività ciclistica, sono disponibili specifici modelli di portabici capaci di trasportare una singola bicicletta per volta.

Va ricordato che esistono particolari sistemi portabici capaci di trasportare un numero consistente di elementi, di solito il numero massimo è di quattro, vincolato anche da problemi di ingombro. Perciò in base alle specifiche esigenze di ogni ciclo amatore andrà scelto il modello di portabici che più si identifica con lo stile di vita di chi lo utilizzerà.

Tra i modelli più diffusi di portabici troviamo la tipologia classica da fissare sul tetto dell’automobile, queste utilizzeranno come base di fissaggio e di appoggio le barre portatutto. A queste verrà fissato mediante particolari piastre e sistemi di viti, la bicicletta va assicurata al portabici tramite apposite fascette da applicare sui cerchi e sistemi di tenuta sul telaio. Le istruzioni di montaggio possono chiaramente variare in base ai differenti costruttori. Se il vostro carico dovesse essere particolarmente ingombrante e voluminoso la soluzione andrebbe ricercata nell’utilizzo di uno specifico portabici da traino, fissato al gancio di traino della vettura. Da non escludere la particolare tipologia di portabici da fissare direttamente al portellone mediante supporti rigidi regolabili ancorati direttamente alla base del portellone e sulla parte superiore, adattabile a diversi tipi di portelloni.

Cosa molto importante, da verificare ancor prima dell’acquisto, è quella di capire se la nostra auto permette un sicuro fissaggio del portabici e quindi un corretto funzionamento. Spesso si è ingannati dalle caratteristiche di fissaggio universali. La conferma sull’effettiva capacità di adattamento alla nostra vettura va ricercata verificando le caratteristiche riportate dal costruttore. Inoltre si potrebbe ovviare ad un’eventuale problema pensando anche ad un montaggio di prova direttamente in negozio.

Immagini: Depositphotos

MOTORI Impariamo come montare un portabici per auto