Il servosterzo, ecco come funziona

Ogni giorno il servosterzo ci aiuta anche nelle manovre più impegnative rendendole meno faticose per noi. Andiamo a vedere cosa si nasconde dentro lo sterzo.

Il servosterzo è un meccanismo particolare presente all’interno della scatola dello sterzo che permette di girare il volante molto più facilmente senza troppa fatica da parte del guidatore. Esistono due tipi di servosterzo: il servosterzo idraulico ed il servosterzo elettrico, entrambi svolgono la stessa identica funzione ma in maniera diversa l’uno dall’altro.

Entrambi i tipi di servosterzo danno una spinta al movimento che imponiamo al volante con le nostre mani alleggerendoci il compito. Il servosterzo elettrico genera questa potenza sfruttando un motorino elettrico, mentre un servosterzo idraulico utilizza la potenza generata da una pompa idraulica.

Il servosterzo è molto utile soprattutto nelle manovre di parcheggio dove il volante è molto più sollecitato. I parcheggi difficili, senza l’aiuto di un servosterzo possono risultare particolarmente difficili e faticosi per un guidatore. Attualmente grazie alla spinta che ci viene fornita da questo meccanismo, si può dire che è un gioco da ragazzi!

La spinta che viene offerta dal servosterzo fino a poco tempo fa veniva tarata facendo una media di quella che poteva essere la spinta voluta durante le operazioni più pesanti, come le manovre di parcheggio, e la guida normale in strada. Attualmente grazie a nuove tecnologie è stata introdotto un nuovo meccanismo di dualdrive che permette di scegliere una spinta maggiore per quando si guida in città.

Chiaramente la spinta offerta da questo tipo di meccanismo non è sempre costante ma questo è progettato in modo da rendere lo sterzo leggermente più pesante man mano che la velocità di crociera aumenta. Questo comportamento è voluto e serve per evitare di far sbandare un auto ad alta velocità con soltanto un leggero movimento del volante.

I servosterzo di ultima generazione, perlopiù elettrici, sono in grado, grazie alle nuove tecnologie, di migliorare di molto la sicurezza mentre si è alla guida. La versione elettrica del servosterzo è preferibile a quella idraulica per via del più facile controllo delle sterzate e dei consumi ridotti rispetto alla versione idraulica.

Sono poche le persone che lo conoscono davvero, ma chi conosce davvero il suo funzionamento sa che il servosterzo è uno dei nostri migliori amici alla guida. Questa è sicuramente una delle innovazioni che ha facilitato di più la vita degli automobilisti. Si può dire con facilità che il servosterzo, per tutti i motivi elencati sopra, è il migliore amico del guidatore.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Il servosterzo, ecco come funziona