Frizione, freno e acceleratore: perché sono disposti così

Una curiosità che spesso viene, il motivo per cui i pedali di guida dell’auto sono stati posizionati in questo modo

Appena si prende la patente, o ancora prima, quando si fanno le lezioni a scuola guida, spesso si ha difficoltà a riuscire a coordinare alla perfezione i piedi sui tre pedali dell’auto, alla posizione del conducente: frizione, freno e acceleratore.

Le prove pratiche con l’istruttore di guida e l’esame stesso vengono eseguiti con una normale auto a tre pedali (che ne ha altri tre anche dalla parte dell’istruttore, di ausilio durante le lezioni), ma poi, una volta presa la patente, si può optare anche per una macchina con cambio automatico, che funziona diversamente. C’è una curiosità che riguarda da sempre i pedali, ovvero il motivo per cui sono disposti in quest’ordine preciso.

Pedali auto, perché sono disposti in questo modo?

Partiamo con alcuni semplici cenni storici: i primi quadricicli a motore si controllavano usando delle leve, pian piano poi i mezzi si sono evoluti e si è passati alla comparsa dei tre pedali sulle prime vetture di massa, che però in realtà svolgevano una funzione completamente differente da quella che conosciamo e sfruttiamo oggi.

Le auto all’epoca non avevano i pedali disposti nel modo in cui siamo abituati a vederli ora, ovvero frizione, freno e acceleratore da sinistra verso destra. I pedali, come abbiamo detto, erano comunque tre, ma quello di destra serviva per frenare, al centro c’era quello utile per inserire la retromarcia e infine a sinistra c’era il pedale che controllava le due velocità, marcia lenta verso il basso, marcia veloce verso l’alto.

La prima auto che impose poi invece l’utilizzo dei pedali nella disposizione a cui siamo abituati oggi, con anche la leva del cambio e il freno a mano tra i sedili, fu la Cadillac Type 53 del 1915. Da allora ci sono state in effetti poche variazioni, ad esempio è scomparso il pedale della frizione sulle vetture con cambio automatico, dove il pedale del freno è più grande, ed è invece stato inserito in più il freno a mano, che sulle vetture moderne oggi è un pulsante posizionato sulla consolle centrale.

La posizione dei pedali dell’auto

I pedali oggi in tutte le auto sono quindi inseriti partendo da sinistra con la frizione, al centro con il freno e a destra c’è l’acceleratore; questi ultimi due pedali vengono azionati con la gamba destra. Oggi si adotta questo standard, che è stato deciso in passato per ridurre il rischio di errori del conducente che avrebbe potuto frenare durante la fase di accelerazione o addirittura accelerare mentre frenava.

Casi particolari: il cambio al volante

Non dimentichiamo di citare il caso di cambio sequenziale, un tipo di trasmissione che permette al conducente dell’auto di selezionare le marce in sequenza, usando un comando semplice e veloce. Per inserire le marce infatti basta azionare una leva centrale o due levette (solidali con il piantone dello sterzo o sul volante). La configurazione standard delle leve al volante vede a sinistra il comando per scalare e a destra per passare alla marcia superiore.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Frizione, freno e acceleratore: perché sono disposti così