5 trucchi per estendere la durata degli pneumatici

Le gomme dell'auto devono essere sostituite periodicamente, come capire quando è arrivato il momento

Viaggiare con pneumatici ben tenuti consente di migliorare il piacere di guida, ma anche la sicurezza in auto. La tendenza purtroppo però è quella di non cambiare le gomme fino al momento in cui non sono totalmente usurate, rischiando multe salate ma anche pericoli su strada. Vediamo come capire quando gli pneumatici hanno raggiunto il limite di usura, quanti anni possono avere e come è possibile aumentare la loro durata nel tempo.

Quanto durano in media gli pneumatici dell’auto

Secondo alcune statistiche su base europea, la durata media delle gomme auto è compresa tra i 25.000 e i 50.000 chilometri di percorrenza, per tutti coloro che mantengono uno stile di guida normale. In caso di guida particolarmente ‘tranquilla’ e dolce, alcuni automobilisti raggiungono anche i 75.000 km di percorrenza, per chi invece ha una guida particolarmente ‘sportiva’ e non rinuncia alle emozioni che l’auto offre, è facile scendere anche sotto i 10.000 chilometri di utilizzo per un treno di gomme. Diciamo che gli pneumatici sono progettati per durare circa 40-50.000 chilometri, ma tutto dipende anche dalla tipologia di strade percorse e dallo stile di guida.

In termini di tempo possiamo dire invece che gli pneumatici in genere durano al massimo dieci anni, oltre i quali devono essere assolutamente sostituiti (gli esperti spesso consigliano comunque di cambiarli dopo 6 anni). Ci sono gomme auto che però invecchiano anche molto prima, sia a causa di fattori esterni (come i raggi solari, che aumentano la porosità della gomma) sia per il continuo utilizzo da parte di automobilisti abituali, che ne abbrevia la durata.

5 consigli per estendere la durata dei pneumatici

A volte non ci pensiamo, ma è importante ricordare che le gomme dell’auto sono l’unico punto di contatto tra il veicolo e la strada. Per questo motivo risentono di ogni comportamento al volante, quindi accelerazioni, frenate, curve. La loro tenuta è fondamentale per una guida sicura, questo è chiaro. Ecco perché è fondamentale che siano sempre in buone condizioni, per non rischiare pericoli. Vediamo alcuni consigli utili per aumentare la durata degli pneumatici.

Controlla regolarmente la pressione dell’aria

Purtroppo sono ancora troppi gli automobilisti che viaggiano con una pressione delle gomme spesso più bassa rispetto alla norma; è fondamentale controllare invece che il valore sia sempre quello corretto, una pressione inferiore infatti aumenta la resistenza degli pneumatici al rotolamento, e quindi i consumi di carburante crescono, ma può essere molto pericolosa. Aumenta il rischio di deformazioni della carcassa e il rischio di un potenziale scoppio. Controllate quindi costantemente la pressione dei vostri pneumatici, fatelo a gomme fredde e con un manometro preciso.

Frena dolcemente e usa il freno motore

Guidare l’auto lentamente e frenare dolcemente sono altri due consigli utili per aumentare la durata delle gomme. Accelerazioni rapide e frenate improvvise infatti aumentano il tasso di usura e lacerazione degli pneumatici dell’auto.

Fondamentale imparare a usare più spesso il freno motore, che non blocca le ruote al momento del bisogno (come fa ogni altro freno) e quindi evita l’usura degli pneumatici. Lo slittamento tra il battistrada e il manto stradale creato dalla frenata infatti va a ‘grattare’ le gomme, che si usurano più velocemente.

Non urtare gli spigoli quando parcheggi

Una cosa importante da considerare è che gli pneumatici, anche se l’auto viene usata poco, sono sottoposti ugualmente a usura. Per quale motivo? La macchina ferma parcheggiata esercita comunque una pressione continua sulle gomme, oltretutto sempre sullo stesso punto.

Il peso preme verso il basso e quindi il materiale si usura. Fate attenzione in particolare ai margini dei bordi dei marciapiedi, che possono causare danni agli pneumatici. Il nostro consiglio è quello di spostare comunque l’auto di tanto in tanto, anche se non si deve usare, e di non urtare gli spigoli dei marciapiedi.

Gira le gomme periodicamente

Questo è uno dei maggiori consigli dati dai gommisti, l’inversione delle gomme. È importante infatti cambiare la posizione degli pneumatici sugli assi, per rendere uniforme il consumo del battistrada. L’operazione in genere dovrebbe essere fatta ogni 10.000 chilometri percorsi (c’è chi consiglia anche ogni 5-6.000 km).

Fai il cambio tra gomme estive e invernali

Altro tassello fondamentale, usare le gomme giuste in base alla stagione. Per mancanza di voglia, per distrazione e spesso anche per risparmiare, in inverno capita di continuare a usare le gomme estive e viceversa; niente di più sbagliato. Per prima cosa, attenzione al rischio multe. Oltretutto l’utilizzo scorretto degli pneumatici aumenta l’usura e quindi le gomme durano di meno, la sostituzione diventa necessaria in meno tempo. Solo gli pneumatici All Season possono essere tenuti tutto l’anno sulla propria auto, nascono infatti proprio per questo motivo (come dice il nome stesso). In tutti gli altri casi è assolutamente consigliato seguire le tempistiche imposte per legge per il cambio gomme, e fate attenzione anche a conservare il treno di pneumatici in maniera corretta durante il periodo di inutilizzo.

Offerta

Il kit di emergenza da tenere in caso di foratura

Addio alla vecchia ruota di scorta o al ruotino. Sono sempre di più le auto moderne che non hanno in dotazione nessuna delle due ruote di emergenza citate (inserite nel bagagliaio). Queste sono state ‘sostituite’ dal kit di gonfiaggio per pneumatici, che occupa poco spazio e che consente di percorrere diversi chilometri in auto, quando si fora la gomma.

È facile da usare e soprattutto risolve il problema in pochissimi minuti, senza doversi sporcare molto e senza dover essere degli esperti. Attenzione: il kit di emergenza vale come soluzione solo per bucature che non compromettono tutto il copertone e piccole crepe; se gli squarci invece sono molto evidenti e irregolari, è ovviamente necessario sostituire lo pneumatico e chiamare quindi l’assistenza stradale.

Cosa contiene il kit? Una bomboletta di gas e un mini compressore, che può essere alimentato da un adattatore a 12 volt, da collegare alla presa accendisigari. La bomboletta deve essere collegata al compressore, contiene uno speciale spray che ripara piccoli fori grazie ad una schiuma apposita. Il gas della bomboletta riporta lo pneumatico alla giusta pressine.

Offerta
Offerta

Quando cambiare gli pneumatici

Ci sono dei segnali da cogliere, che ci fanno capire che è arrivato proprio il momento di cambiare le gomme auto:

  • lo spessore del battistrada. Per legge la profondità degli intagli non deve mai essere inferiore a 1,6 mm. Per effettuare la misurazione serve un misuratore della profondità del battistrada oppure si possono usare un cartoncino (infilandolo in una scanalatura, segnando il punto esterno con la penna) o il metodo della moneta;
  • attenzione a eventuali comportamenti insoliti dell’auto, potrebbe ad esempio tirare verso un lato, se il consumo delle gomme non è uniforme;
  • anche se le gomme non sono eccessivamente usurate, hanno comunque un’età da rispettare. In genere il consiglio è quello di non far mai passare più di 5 o 6 anni, ma lasciate valutare ad un esperto;
  • usura e consumo irregolari possono essere molto pericolosi, per questo motivo, in questo caso, è bene sostituire le gomme.

Trova su Amazon gli pneumatici adatti al tuo veicolo

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI 5 trucchi per estendere la durata degli pneumatici