Cosa bisogna fare per pagare le multe scontate

Le multe scontate non sono un lontano sogno, ma una realtà. Difatti basta pagare una multa entro 5 giorni dal giorni di notifica per godere dello sconto del 30%

Le multe scontate sono ora possibili per tutti, indipendentemente dai punti sulla patente o dalle eventuali infrazioni precedenti. L’unica azione che bisogna eseguire per godere delle multe scontate è di pagarle entro e non oltre 5 giorni dalla notifica o dalla contestazione. La riduzione è prevista per tutte le tipologie di multe. Inoltre, il decreto riguardante le innovazioni nel campo delle infrazioni stradali prevede la possibilità di pagare per mezzo del bancomat o della carta di credito. Questo riduce enormemente le attese necessarie per pagare. Grazie all’innovazione non si dovrà più fare delle file per poter saldare.

Bisogna sempre ricordarsi, che i 5 giorni previsti per avere le multe scontate decorrono dalla data di contestazione o dalla data di notifica (se questa avviene per posta). Con questa mossa si cerca di diminuire la percentuale degli italiani che non pagano le multe e di ridurre i tempi di attesa per pagare il saldo indicato. Come già scritto, lo sconto può essere applicato a tutti indipendentemente dai punti sulla patente, ma le multe scontante non sono valide qualora l’infrazione commessa dall’automobilista non sia abbastanza grave da comportare la confisca dell’automobile o la sospensione della patente.

Inoltre, le multe scontate non possono avere luogo qualora la multa riguardi una violazione del Codice Penale (come la guida in stato di ebbrezza). Non vi è nessuna riduzione sulle spese relative alla notifica della violazione. Ancor prima di pagare la multa , seppur con sconto, l’automobilista ha il diritto di rivolgersi al Prefetto o al Giudice Pace. Una volta pagata la sanzione questo diritto decade. Un’altra cosa da prendere in considerazione riguarda il fatto che qualora il multato volesse rateizzare la sanzione, il suo diritto allo sconto del 30% verrebbe meno.

Perché la rateizzazione sia possibile, la sua possibilità deve essere indicata sul verbale. In questo caso tutte le modalità di pagamento variano a seconda dell’organo di Polizia di Stato . Il decreto riguardante le infrazioni autostradali riduce anche i costi delle violazioni sui divieti di sosta. Così un veicolo fermo su piste ciclabili o marciapiedi potrebbe subire una multa di 58 euro invece degli 84 precedentemente previsti, mentre l’infrazione per il divieto di sosta comune passa dai 41 euro ai 28 euro. Anche il verbale per eccesso di velocità non è stato tralasciato. L’importo da pagare in caso di questa violazione è passato dai 41 euro ai 28.

MOTORI Cosa bisogna fare per pagare le multe scontate