Come verificare l’usura della frizione dell’auto

La frizione dell'auto deve essere periodicamente controllata per assicurarsi che sia in buono stato di conservazione, permettendo così viaggi e spostamenti sempre sicuri

Il compito principale della frizione è senza dubbio quello di permettere il cambio di marcia, interrompendo momentaneamente il collegamento tra ruote e motore. Il controllo periodico del suo stato di manutenzione, insieme a quello delle pastiglie dei freni, consentirà di viaggiare sempre sicuri. Quando un’automobile viene lasciata ferma per un periodo di tempo molto lungo, può accadere che, nel caso di frizione a disco singolo, questo si incolli al volante oppure rimanga bloccato sull’albero del cambio. Quando ciò accade, pur avendo in apparenza un funzionamento della frizione assolutamente normale, risulterà impossibile inserire qualunque marcia.

Per risolvere questo problema provare a far andare il motore senza inserire nessuna marcia per scaldare il cambio. Se questo non dovesse bastare a consentire l’inserimento delle marce è possibile sollevare da terra le due ruote motrici dell’auto, inserire poi la seconda e mettere in moto il motore con la marcia inserita. Dopo aver accelerato azionare il pedale della frizione e poi frenare, facendo in modo che il disco della frizione si scolli. Se nonostante questa operazione risulterà ancora impossibile l’inserimento delle marce occorre prevedere l’intervento di un meccanico per sostituire il disco.

Se l’impossibilità di inserimento delle marce è accompagnata ad un pedale troppo morbido, è possibile che il problema dipenda dal cavo della frizione. Questo potrebbe essersi rotto oppure allungato. Mentre nel primo caso sarà sufficiente registrarlo nuovamente, nella seconda ipotesi occorrerà provvedere alla sua sostituzione. Se il cavo è autoregolante potrebbe trattarsi di un guasto al dispositivo di registrazione, che solo un meccanico è in grado di individuare. Se invece la rottura è avvenuta nel punto di fissaggio della scocca del cavo sarà necessario far applicare una placca di rinforzo.

Può anche accadere che invece il pedale risulti troppo duro. In questo caso potrebbe essere necessario controllare e lubrificare il cavo ed il leveraggio. Nel caso in cui il comando della frizione sia di tipo idraulico potrebbe trattarsi di un problema di presenza di aria all’interno del circuito. In questo caso sarà necessario spurgarlo e cercare di individuare eventuali perdite, che potrebbero essere nel cilindro attuatore oppure nella tubazione di collegamento. Una volta individuato il pezzo danneggiato basterà sostituirlo. Sono piccoli consigli che potranno aiutarvi a contenere le spese di manutenzione della vostra auto, senza rinunciare alla sicurezza.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Come verificare l’usura della frizione dell’auto