Come e quando si usano le luci in auto

Le luci dell'auto sono dispositivi di sicurezza indispensabili. Per questo motivo è importante utilizzarle con estrema consapevolezza e nella maniera corretta nelle varie circostanze

Con le luci dell’auto ci garantiamo la visibilità sulla strada. Sono, quindi, dispositivi importanti per la sicurezza, utili non solo per vedere ma anche per essere visti. Questo è il motivo per cui, secondo il Codice della Strada, è obbligatorio tenerle accese anche di giorno. In particolare, le luci dell’auto obbligatorie su ogni veicolo sono gli abbaglianti, le luci di posizione, gli anabbaglianti, le luci di arresto, della targa, di direzione, di emergenza, di retromarcia, fendinebbia. Alcune si accendono automaticamente alla messa in moto del veicolo, per altre è necessario l’intervento dell’automobilista.

L’accensione di anabbaglianti, luci di posizione e della targa sono obbligatorie in autostrada e sulle strade extraurbane. Ovviamente è meglio tenerle accese anche in città. Se questo vale per le luci dell’auto è bene dire che per i veicoli a due ruote l’accensione è sempre obbligatoria. Le luci di posizione sono bianche davanti e rosse dietro. La loro funzione non è di illuminare la strada ma solo di rendere l’auto più visibile dagli altri automobilisti. Sono gli anabbaglianti, invece, che hanno la primaria funzione di illuminare la strada davanti al veicolo.

Gli anabbaglianti sono obbligatori in ogni caso fuori città, ma anche all’interno di questa quando le condizioni lo richiedono (specialmente quelle meteo). Gli abbaglianti devono essere usati solo fuori città e ammesso che non si corra il rischio di abbagliare gli altri automobilisti. In caso di contravvenzione in merito è prevista la decurtazione di 3 punti dalla patente di guida. L’uso degli abbaglianti è consentito in città solo per segnalare l’intenzione di effettuare un sorpasso. Nelle condizioni di nebbia si possono accendere i fendinebbia, più potenti e che, per questo, migliorano di molto la visibilità sia attiva che passiva.

Altrettanto importante l’uso delle altre luci dell’auto. Se si sosta in una carreggiata su strada priva di illuminazione è d’obbligo l’uso delle luci di posizione. In alcuni veicoli, per questi casi, esistono le apposite luci di parcheggio. La mancata accensione viene sanzionata con la decurtazione di 2 punti dalla patente. Gli indicatori di direzione vanno utilizzati sempre per segnalare l’intenzione di cambiare corsia o sorpassare. Anche le luci d’emergenza devono essere utilizzate in ogni situazione in cui è presente un pericolo o si vuole segnalare una sosta di emergenza in attesa di installare il triangolo.

MOTORI Come e quando si usano le luci in auto