Come scegliere la batteria giusta in 8 semplici passi

Si tratta di un elemento indispensabile, che ogni tre anni dovrebbe essere sostituito: cosa bisogna sapere

La batteria dell’auto è un elemento indispensabile per fornire energia e farla partire in modo scattante e veloce. Ci sono differenti aspetti da considerare nel momento in cui si ha bisogno di comprare una nuova batteria, sia online che da un venditore di ricambi auto. Vediamo i principali.

Cosa valutare prima di comprare una batteria auto

Quali sono le caratteristiche a cui bisogna prestare attenzione:

  • le dimensioni e il peso, il modello deve ovviamente essere compatibile con l’auto. Le dimensioni sono relative alla capacità, se una batteria è troppo leggera infatti è probabile che non contenga abbastanza piombo per fornire energia. Il peso medio oscilla tra i 12 e i 20 kg;
  • la potenza, dovrebbe essere pari a 12 volt;
  • i materiali, piombo e acido contenuti nella batteria possono essere molto dannosi per l’uomo. Il rivestimento della batteria stessa deve quindi essere di qualità;
  • l’amperaggio, bisogna verificare quello per l’avviamento a freddo (se si risiede in zone più fredde) e quello normale;
  • il montaggio, non è un’operazione difficile. Se non siete sicuri però affidatevi a un esperto;
  • la durata, ogni batteria ne ha una differente. Ci sono dei comportamenti che possono aiutare ad allungare il suo ciclo di vita, come non lasciare luci e radio accese, provvedere alla manutenzione regolare del veicolo. Tenete sempre a bordo i cavi di emergenza, nel caso in cu la batteria si scarichi e vi servano per ripartire;
  • la garanzia, insieme a eventuali certificazioni, la rendono affidabile e sicura;
  • il prezzo, in genere le batterie standard costano tra 50 e 200 euro. Modelli più costosi offrono prestazioni più elevate.

Ogni quanto sostituire la batteria dell’auto

La raccomandazione degli esperti è quella di sostituire la batteria della macchina ogni tre anni circa. Periodo in cui il livello dell’acido all’interno può diminuire. Se la batteria ha dei problemi, una spia sul cruscotto si accende per avvisare dell’anomalia.

Su Amazon è possibile trovare diverse batterie auto:

Come ricaricare la batteria con i cavi

Può succedere purtroppo di tornare in auto e non riuscire a ripartire a causa della batteria scarica. Questo può accadere se abbiamo lasciato le luci o altri dispositivi elettrici accesi oppure è il segnale che la batteria sta arrivando alla fine del suo ciclo di vita. Cosa bisogna fare? Collegare i cavi e avere a disposizione un’altra macchina, che dovrebbe mettersi con il cofano aperto vicino al proprio e procedere come segue:

  • accendere l’auto spegnendo ogni utenza;
  • collegare un’estremità del cavo rosso al polo positivo della batteria carica (+) e l’altra estremità al polo positivo della batteria scarica;
  • collegare un’estremità del cavo nero al polo negativo della batteria carica (-) e l’altra estremità al telaio della macchina scarica, un pezzo di motore o della scocca. Attenzione: mai attaccare il cavo al polo negativo della batteria scarica, per non rischiare la scintilla;
  • accendere l’auto carica e tenere il motore a 2000/2500 giri per qualche secondo;
  • accendere la macchina con la batteria scarica e lasciarla con i cavi collegati per circa 10 minuti;
  • scollegare i cavi nell’ordine inverso rispetto a come sono stati collegati;
  • guidare per 20 minuti circa con tutte le utenze spente, in modo che l’alternatore ricarichi la batteria.

Se l’auto non riparte coi cavi significa che la batteria è da cambiare.

Anche i cavi si possono trovare facilmente in vendita su Amazon:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Come scegliere la batteria giusta in 8 semplici passi