Come rimuovere i piccoli graffi sulla carrozzeria dell’auto

L'esperto di Arexons si spiega come togliere i piccoli graffi dalla carrozzeria dell'auto

Oggi l’esperto Guido Milani risponde a Luca, che chiede un consiglio su come utilizzare il Polish per la rimozione di piccoli graffi presenti sulla carrozzeria della sua auto e come rinnovarne l’intera superficie.

Scrive Luca: ciao Guido la mia auto presenta leggeri graffi sulla superficie della carrozzeria causati dal lavaggio, struscio di rami o bottoni di pantaloni, sapresti indicarmi modalità di utilizzo e trucchi per l’applicazione del Polish?

Buongiorno Luca,

il Polish Rinnovante è ideale per rimuovere opacità, righe e graffi superficiali diffusi sulla carrozzeria e per ripristinare la vernice di auto non più nuove con vernici fortemente invecchiate o rovinate dal tempo.

Come si usa: innanzitutto si devono valutare le condizioni della carrozzeria: è importante che sia ben pulita, (libera da residui solidi di terra, sabbia, sporco o polvere) fresca ed asciutta. È possibile controllarne le condizioni passando la superficie con la punta delle dita o, se non è particolarmente sensibile, è possibile ampliare il senso del tatto mettendo le mani precedentemente all’interno di un sottile involucro di cellophane. Se la superficie è ruvida al tatto è necessario l’utilizzo del Polish; con un nastro di carta per mascheratura chiudiamo i bordi della zona da trattare. E’ molto importante fare attenzione a mascherare parti in gomma e/o in plastica goffrata in quanto sono parti porose e si corre il rischio che la carica abrasiva resti intrappolata nelle porosità del materiale e quindi di sbiadirne il colore.

Se il Polish rinnovante è applicato a mano si deve utilizzare una spugna morbida (non a buchi grossi) a schiumatura sottile, dell’ovatta da carrozziere (ma anche quella farmaceutica va bene) o un panno morbido. Se applicato con lucidatrice elettrica, utilizzare un tampone di lucidatura. Utilizzando una “noce” di prodotto, si strofina sulla superficie con movimenti circolari esercitando una pressione modesta, ma non nulla. Trattare una zona per volta all’incirca di 1 – 2 mq. Una volta applicato, lasciare asciugare fino al formarsi di una patina bianca. A questo punto si deve utilizzare un panno morbido e asciutto in cotone, microfibra o eventualmente lana (privo di etichette, cuciture, bottoni) in 2 step:

  1. rimuovere la carica abrasiva (polvere bianca) che deve rimanere facilmente sul panno;
  2. utilizzando lo stesso panno ma con una parte pulita o un panno nuovo, ripassare la stessa zona già trattata e lucidare bene.

Rimuovere il nastro di mascheratura e lucidare anche i bordi.

La profonda azione detergente del prodotto elimina l’ossidazione e ridona il colore e l’aspetto originale alla vernice sia normale sia metallizzata. Si può controllare l’effettiva riuscita del lavoro passando il dito sull’area trattata: dovremo sentirla perfettamente liscia e scorrevole. Per un trattamento perfetto è consigliato completare il lavoro con l’utilizzo di un prodotto protettivo: il mirage cera metal , il protettivo carrozzeria (adatto per sigillare i micro difetti in modo duraturo e lasciando inalterato il colore) o la cera barriera , applicati indifferentemente subito dopo il il polish o lasciando passare un breve periodo di tempo, sono in grado di preservare nel tempo le condizioni della vernice appena ripristinata.

Esperto Arexons

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Come rimuovere i piccoli graffi sulla carrozzeria dell’auto