Come proteggere l’auto da sole, sabbia e salsedine

L’estate è meravigliosa ma il caldo, e non solo, può danneggiare la nostra auto quindi impara a proteggerla

Finalmente sono arrivate le tante attese ferie per tutti, o quasi, e presto raggiungeremo le mete delle nostre vacanze.

Tra chi sceglie la montagna, chi le spiagge caotiche della riviera dove divertirsi, chi i paradisi oceanici, insomma una cosa da sapere c’è: lasciare la macchina sotto il sole durante la stagione estiva può essere dannoso per la vettura stessa. Abbiamo visto di recente infatti che ci sono degli oggetti da non lasciare mai in macchina al caldo, alcuni potrebbero essere addirittura molto pericolosi.

Viste le temperature estremamente alte delle ultime settimane, abbiamo letto insieme anche i consigli per usare al meglio l’aria condizionata. L’argomento di cui ancora non abbiamo parlato però è come proteggere l’auto dal sole, dalla salsedine e dalla sabbia, che possono essere una gran fonte di stress per il nostro mezzo.

In particolare il sole tende a rovinare le superfici vetrate e invece la salsedine e la sabbia a causare ruggine. La soluzione ottimale per i raggi solari sarebbe riuscire a filtrare fino al 99% e mantenere la temperatura dell’abitacolo più bassa mediante l’applicazione di pellicole oscuranti. Queste non possono ovviamente essere applicate al parabrezza e quindi è necessario munirsi di un telo parasole riflettente, che protegge l’auto dai raggi solari e mantiene anche la temperatura più bassa all’interno, oltre ad evitare che le componenti in pelle dell’abitacolo, insieme a quelle in plastica, possano rovinarsi.

Altra cosa molto importante e che forse non tutti sanno è che dopo una lunga esposizione al sole, soprattutto se ci sono delle piccole crepe, ma comunque in generale, è bene non direzionare il flusso dell’aria condizionata direttamente sul vetro, per evitare che si rompa.

La prima buona ed elementare regola è parcheggiare all’ombra, se possibile. Attenzione a lasciare l’auto sotto gli alberi, potreste ritrovarla ricoperta di resina, sostanza collosa difficile da eliminare e che conviene pulire subito per evitare che rovini l’auto in maniera irreversibile, si consigliano detersivi e panni appositi, oppure oli vegetali oppure ancora prodotti specifici per la rimozione della resina.

Se si è in vacanza al mare in auto sicuramente ogni mattina si cerca il parcheggio più vicino alla spiaggia, grande comodità. Eppure la salsedine tende a depositarsi sulla carrozzeria e rischia di farla arrugginire. Consigliamo quindi di coprirla con un telo durante l’intera sosta. Altrimenti si può anche passare la cera protettiva preventivamente. Una volta che salsedine si deposita bisogna lavare la macchina molto bene, avendo cura che il sale venga eliminato in maniera definitiva. La sabbia infine può graffiare gli interni della vettura quindi rimuovete i tappetini dopo ogni giornata di mare e alla fine della vacanza aspirare per bene tutti gli spazi.

MOTORI Come proteggere l’auto da sole, sabbia e salsedine