Oscurare i vetri dell’auto: ecco come fare

Oscurare i vetri può essere un'esigenza per molti, non solo un vezzo dei Vip per una questione di privacy.

Oscurare i vetri  può essere un’esigenza per molti, non solo un vezzo dei Vip per una questione di privacy.

In particolare per chi ha dei bambini piccoli da trasportare in auto, avere i vetri oscurati, potrebbe portare dei vantaggi nel periodo estivo quando i raggi del sole penetrano nella vettura in maniera fastidiosa.

Le pellicole filtranti hanno un triplice effetto: riducono il calore interno dell’auto (anche in caso di sosta del veicolo, prolungando quindi la vita di plastiche ed accessori interni), proteggono dai raggi UV e riducono anche l’abbagliamento solare durante la marcia del veicolo.

COSA DICE LA LEGGE – Per legge  l’installazione delle pellicole per vetri, può interessare esclusivamente i vetri laterali posteriori ed il lunotto di tutti gli autoveicoli; quest’ultimo solo a condizione che il veicolo sia allestito con specchi retrovisori esterni su ambo il lati.

Rimane, pertanto, il divieto di applicazione delle pellicole sul parabrezza e sui vetri laterali anteriori, in quanto permane l’obbligo di lasciare invariato il campo utile di visibilità del guidatore (180°equivalenti a parabrezza e vetri laterali anteriori).

COME FARE – Il sistema più utilizzato ed efficace è tramite una pellicola oscurante applicata da un professionista sul lato interno del vetro. Non è un’operazione semplice anche se esistono dei kit per il fai-da-te. Consigliabile a chi è particolarmente abile coi lavori manuali.

Un altro metodo prevede la sostituzione dei vetri di serie con dei nuovi vetri oscurati (senza pellicole): le specifiche norme sui vetri stabiliscono l’obbligo dell’omologazione degli stessi.

I PREZZI – I prezzi ovviamente variano ma si parla di cifre tra i 200 e i 500 euro.

MOTORI Oscurare i vetri dell’auto: ecco come fare