Come fare il trapasso del camper e quanto costa

Scopri quali sono le modalità per effettuare il trapasso del camper, il loro costo e quando farlo

Se devi acquistare o vendere un camper usato, devi assolutamente sapere come fare il trapasso del camper e quanto costa. Infatti, hai a disposizione diverse modalità tra cui scegliere per gestire la pratica. L’opzione più semplice è quella di rivolgersi a un intermediario o a un’agenzia di pratiche auto, ma se hai un po’ di tempo a disposizione e vuoi risparmiare, puoi occupartene tu.

Se scegli questa seconda opzione per il trapasso del camper, puoi rivolgerti direttamente agli uffici del tuo Comune e al Pubblico Registro Automobilistico (PRA), per autenticare l’atto di vendita e per rendere effettivo il passaggio di proprietà.

Costo trapasso camper

Il costo per il trapasso del camper cambia in base alla modalità che decidi di adottare. Se pensi di fare tutto da solo, devi sostenere il costo della marca da bollo e le tasse previste per legge. Per il calcolo del passaggio di proprietà all’ACI, considera che il costo varia a seconda che tu ti rivolga a un ufficio ACI con servizi PRA o a un comune sportello ACI. Nel secondo caso, infatti, dovrai calcolare anche la relativa commissione.

Se, invece, decidi di rivolgerti a un intermediario o a un’agenzia di pratiche auto, dovrai sostenere una spesa maggiore che varia in base alla richiesta dell’intermediario o dell’agenzia di pratiche auto a cui affidi la pratica. Pertanto, è meglio chiedere un preventivo in modo da avere un’idea chiara e precisa della cifra che dovrai andare a spendere. Di solito, per determinare il costo del trapasso del camper occorre conoscere i kw/cavalli del veicolo e la provincia di residenza dell’acquirente.

Trapasso camper usati: quando si deve fare

La legge prevede che, quando si compra un veicolo usato, si deve autenticare la firma del venditore sull’atto di vendita. Entro sessanta giorni dall’autentica bisogna poi registrare il passaggio di proprietà all’unità territoriale ACI – Pubblico Registro Automobilistico (PRA), che rilascerà il certificato di proprietà digitale (CDPD) aggiornato, e richiedere l’aggiornamento della carta di circolazione all’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile (UMC).

Inoltre, per il trapasso di camper usati occorrono tutta una serie di documenti, che sono:

  • Il certificato di proprietà (CdP) o il Certificato di Proprietà Digitale (CDPD).
  • L’atto di vendita che può avere una di queste forme:
  • Una dichiarazione unilaterale di vendita con firma autenticata del venditore, in bollo, redatta sul retro del CdP cartaceo o CDPD;
  • Un atto di vendita in bollo redatto in forma bilaterale, con firma autenticata sia del venditore sia dell’acquirente;
  • Un atto pubblico o una sentenza in copia conforme all’originale in bollo.
  • La nota di presentazione al PRA su cui indicare il codice fiscale dell’acquirente: utilizzare il retro del CdP cartaceo o CDPD, oppure il modello NP3C, in doppio originale, stampabile dal sito o in distribuzione gratuita presso gli STA delle unità territoriali ACI (PRA) e degli uffici provinciali della Motorizzazione Civile (UMC).
  • La carta di circolazione e la fotocopia della stessa.
  • Il modulo TT2119 di richiesta d’aggiornamento della carta di circolazione (in distribuzione gratuita presso gli STA delle unità territoriali ACI (PRA) e dell’UMC).
  • La fotocopia di un documento di identità/riconoscimento dell’acquirente.

Passaggio di proprietà del camper: eventuali sanzioni

Chi non fa il passaggio di proprietà del camper, in caso di controllo stradale, andrà in contro a sanzioni pecuniarie ed al ritiro della carta di circolazione, come previsto dal Codice della Strada. Il passaggio di proprietà, infatti, è un atto obbligatorio nella compravendita di un veicolo, che può essere effettuato sia tra privati o tramite una concessionaria.

Se non viene fatto il passaggio di proprietà all’ufficio provinciale ACI, vengono applicate sanzioni amministrative per l’acquirente, mentre il venditore rischia delle conseguenze sul piano civile e fiscale, dato che risulta ancora l’intestatario del camper presso il PRA, per inadempienza dell’acquirente. Il venditore rimasto intestatario al PRA può ricorrere al Giudice ordinario o al Giudice di pace per ottenere una sentenza che dichiari l’avvenuta vendita del veicolo a favore di colui che non ha registrato il passaggio di proprietà al PRA. Se hai intenzione di vendere o acquistare un camper usato, ora sai come effettuare il trapasso del camper.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Come fare il trapasso del camper e quanto costa