Come avere aria pulita in auto: basta davvero poco

Come avere aria pulita in auto: bastano pochi accorgimenti.

Nelle automobili si annidano sostanze nocive con una concentrazione di sei volte superiore rispetto a quanto accade all’aria aperta.

Come noto una delle principali cause dell’inquinamento stradale sono le polveri sottili, cioè l’insieme delle particelle solide e liquide che si trovano in sospensione nell’aria e che deriva principalmente dai residui di combustione, dai materiali di usura degli pneumatici e dei freni, da particelle di metalli pesanti e dai frammenti del manto stradale.

Il particolato rappresenta un reale rischio per la salute e le conseguenze negative di un’esposizione continua e prolungata sono cosa ormai nota.

Vediamo tre semplici accorgimenti per migliorare l’aria all’interno della nostra auto.

Il punto di partenza per migliorare la qualità dell’aria in auto è senza dubbio la pulizia degli interni per eliminare la polvere e la sporcizia che si depositano sul cruscotto, sui sedili e sulla tappezzeria. A volte può essere necessaria una sanificazione dell’auto.

La sostituzione dei filtri è un’altra operazione che è necessario fare ogni 15mila km. Il filtro antipolline o filtro abitacolo è una piccola componente dell’auto spesso trascurata, che svolge un’azione di protezione della nostra salute molto importante: filtra, infatti, l’aria che entra dai condotti d’areazione e la purifica dai gas di scarico, dalle polveri sottili e dallo sporco provenienti dalla strada. Inoltre, la depura dai pollini e dalle spore di maggiori dimensioni..

Un altro importante accorgimento è quello di azionare il ricircolo d’aria prima di entrare in galleria o quando si è fermi in coda al semaforo o quando il traffico è intenso. Se state per entrare in galleria, o se si avvicinate a una coda, azionate il ricircolo: l’aria non verrà più presa dall’esterno, e continuerete a respirare quella che si trova nella vettura.

E’ importante ricordare che la funzione ricircolo va utilizzata per meno tempo possibile, perché anche l’aria interna poi diviene viziata; l’ideale è alternare il modo in cui viene utilizzato il sistema di climatizzazione: modalità ricircolo finché si guida dietro un veicolo inquinante o in una zona malsana e modalità aria fresca quando la situazione poco salubre è alle nostre

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Come avere aria pulita in auto: basta davvero poco