Circuito del Mugello: le cose che dovete assolutamente sapere

L’Autodromo del Mugello è uno dei circuiti più sicuri del mondo

La storia del Mugello inizia oltre un secolo fa quando nel 1914 le prime autovetture iniziarono a scendere in pista. Le competizioni, tuttavia, furono interrotte dalla Guerra e riprese agli inizi degli anni ’20, quando i Km del percorso erano 66 (ridotti a 19 Km nel 1955).
Un anno dopo, proprio al Mugello, Enzo Ferrari vinse una delle sue prime gare con Alfa Romeo.
Ferrari fu uno dei primi grandi campioni che lasciarono il segno nella storia dell’Autodromo toscano e con lui anche Emilio Materassi, Jo Siffert e di Rico Steinemann.

L’Autodromo vero e proprio fu costruito nel 1972 dall’Automobile Club di Firenze e si estendeva su un’area di circa 170 ettari. L’impianto vero e proprio fu inaugurato solo 4 anni dopo, 1974.
Nel 1988 il circuito fu acquistato dalla Ferrari e tutte le opere di messa in sicurezza e di ristrutturazione sono state effettuate proprio grazie alla casa automobilistica modenese.

L’Autodromo Internazionale del Mugello è uno dei circuiti più sicuri e all’avanguardia del mondo.
Nei punti più critici del tracciato ci sono ampie vie di fuga e i mezzi di soccorso possono muoversi con facilità.
Il Mugello, inoltre, è considerato il luogo ideale per effettuare tutti i collaudi più severi ed è utilizzato come sede di tutti i test delle case del Mondiale MotoGP, della Superbike e della F1.

L’Autodromo Internazionale del Mugello è sicuramente uno dei circuiti più impegnativi e il pilota che ha vinto più gare è stato Valentino Rossi che ha conquistato ben 9 successi: 1 vittoria nella classe 125 cc, 1 nella 250 cc e 7 in Moto GP (aggiudicandosi 5 trionfi consecutivi). Un altro record spetta a Rossi che è stato l’unico campione italiano a partire dalla pole in 5 stagioni: nel 2001 con la classe 500 cc e in Moto GP nel 2002, 2003, 2005 e nel 2008.

La Yamaha è la casa costruttrice che ha ottenuto il maggior numero di successi al Mugello, portandosi a casa 8 vittorie: 5 consecutive (dal 2004 al 2008) e 3 grazie a Jorge Lorenzo nel 2011, 2012 e nel 2013.
Il Mugello ha invece consegnato alla Honda 3 vittorie e tutte in Moto GP (l’ultima con Marquez nel 2014) mentre la Ducati deve il suo unico successo toscano a Stoner che nel 2009 è salito sul gradino più alto del podio.

Immagini: Depositphotos

MOTORI Circuito del Mugello: le cose che dovete assolutamente sapere