In caso di ingorgo posso usare la corsia di emergenza per uscire dall’autostrada?

Le norme di comportamento su autostrade e strade extraurbane principali prevedono degli obblighi indiscutibili

All’art. 176 del Codice della Strada, troviamo le norme di comportamento durante la circolazione sulle autostrade e strade extraurbane principali.

In generale è bene sapere che, sulle carreggiate, sulle rampe e sugli svincoli è vietato:

  • invertire il senso di marcia e attraversare lo spartitraffico, o ancora percorrere la carreggiata in senso di marcia opposto,
  • effettuare la retromarcia, possibile solo per le manovre strettamente necessarie in area di servizio o nel parcheggio.

Sulle corsie per la sosta di emergenza, si può circolare solo ed esclusivamente per arrestarsi o riprendere la marcia e invece su quelle di variazione di velocità solo per entrare o uscire dalla carreggiata.

Spesso ci chiediamo inoltre, quando siamo imbottigliati nel traffico e vorremmo trovare qualsiasi stratagemma per riuscire a sbrogliarci da quella situazione, se è possibile usare la corsia di emergenza per uscire dall’autostrada. Vediamo in generale cosa dice la normativa.

La legge consente di transitare lungo la corsia dedicata alla sosta di emergenza solo in caso di ingorgo e esclusivamente per uscire dall’autostrada, a partire dal cartello di preavviso di uscita che si trova a 500 metri dallo svincolo. Inoltre, sempre in situazioni di traffico e ingorghi, se dovesse mancare la corsia di emergenza o dovesse essere occupata da veicoli in sosta o ancora non dovesse essere sufficiente alla circolazione di mezzi di soccorso o di polizia, allora tutti i veicoli che occupano la corsia di destra devono posizionarsi il più vicino possibile alla striscia di sinistra.

Altra cosa che ben sappiamo è che è vietato fermarsi o sostare sulle rampe o sugli svincoli, a meno che non ci si trovi in una situazione di emergenza dovuta al malessere di un passeggero oppure a un guasto del veicolo. In questo caso il mezzo deve essere spostato velocemente sulla corsia d’emergenza o sulla prima piazzola nel senso di marcia, evitando ovviamente di ingombrare le corsie.

La sosta d’emergenza non deve comunque mai superare il tempo necessario a risolvere il problema e non può durare più di tre ore, altrimenti il veicolo può essere rimosso coattivamente. Se la sosta o la fermata avvengono durante le ore notturne, allora si devono tenere accese le luci di posizione. Nel caso in cui sia impossibile spostare il mezzo sulla corsia o piazzola d’emergenza, allora deve essere posizionato dietro, a distanza di almeno 100 metri, il segnale mobile di pericolo che si deve tenere sempre a bordo.

MOTORI In caso di ingorgo posso usare la corsia di emergenza per uscire dall&...