Dispositivi anti abbandono, il bonus c’è: come ottenerlo

Il Ministero dei Trasporti ha pubblicato il decreto per l'erogazione del bonus. Le 30 euro erogato sotto forma di buono elettronico

Finalmente, il decreto è stato pubblicato. Arriva così a conclusione la vicenda legata al bonus per i dispositivi anti abbandono che si protraeva ormai da diversi mesi. In concomitanza con l’entrata in vigore dell’obbligo di utilizzo dei cosiddetti “seggiolini smart”, infatti, il Governo aveva promesso l’erogazione di un contributo per l’acquisto dei dispositivi stessi.

Peccato, però, che il Ministero dei Trasporti non abbia rispettato le tempistiche previste dalla legge, suscitando qualche polemica da parte dei genitori (o nonni) che avevano già acquistato il seggiolino dotato dei sistemi di allarme “anti abbandono”. La data ultima per la pubblicazione del decreto con le istruzioni per richiedere il rimborso di 30 euro era lo scorso 9 gennaio. Ossia, 90 giorni dopo l’entrata in vigore dell’obbligo stesso. Alcuni intoppi, però, hanno rallentato la stesura e la pubblicazione del decreto, arrivata circa un mese dopo la dead line.

Ora che il decreto è stato firmato dal ministro De Micheli, resta da capire chi ha diritto al bonus seggiolini 2020, come si richiede e come verrà erogato. Anche se il testo definitivo non è disponibile, è possibile ricostrutire l’iter burocratico grazie ad alcune informazioni rilasciate nei mesi e nelle settimane passate.

Chi può richiedere il bonus seggiolini 2020

Il bonus per l’acquisto di dispositivi anti abbandono può essere richiesto da tutti coloro che acquisteranno un seggiolino che risponde alle linee guida ministeriali. Non solo: il bonus verrà erogato anche a chi ha già acquistato un dispositivo conforme alla normativa nel corso del 2019. L’importante è aver conservato una prova d’acquisto da allegare alla domanda.

Come richiedere il bonus seggiolini 2020

La richiesta del bonus per i dispositivi anti abbandono deve essere fatta per via telematica attraverso una piattaforma realizzata ad hoc da Sogei (software house di proprietà del Ministero dell’Economia e delle Finanze). La piattaforma verrà messa online nei prossimi giorni e diventerà operativa a partire dal 20 febbraio. Da questa data, infatti, chi ha già acquistato un seggiolino, e chi dovrà acquistarlo in futuro, potrà registrare il proprio profilo (o autenticarsi con mezzi come lo SPID) e inserire la propria domanda di rimborso.

Come viene erogato il bonus seggiolini 2020

Nel decreto attuativo viene specificato che il bonus (di 30 euro) verrà erogato sotto forma di buono sconto elettronico da poter spendere su un portale di e-commerce convenzionato. Insomma, niente denaro contante accreditato sul proprio conto, ma un buono da utilizzare online.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Dispositivi anti abbandono, il bonus c’è: come ottenerlo