Bollino autostrada svizzera: come funziona e quanto costa

Il pedaggio autostradale in Svizzera necessita della nota vignetta, di cosa si tratta e come funziona

È importante sapere che per viaggiare in Svizzera è necessario essere in possesso dell’apposito tagliando autostradale.

Senza essere muniti della vignetta infatti non è possibile accedere alle autostrade del Paese. Non esistono i caselli come quelli che vediamo in Italia, dove ad ogni passaggio si paga la tratta percorsa in base alla tariffa imposta. Questo non significa che non si debba pagare, ma che il metodo è differente. Circolare su questa tipologia di strade in Svizzera quindi necessita del contrassegno apposito, che ogni automobilista deve acquistare ed esporre visibile sulla propria vettura. Si tratta della vignetta, che è possibile comprare direttamente presso la Dogana, prima di entrate nel Paese.

Ci si può altrimenti premunire del contrassegno anche acquistandolo in una stazione di servizio oppure negli Uffici Postali elvetici, come anche in alcune delegazioni Aci in Italia. Il costo della vignetta svizzera per il pedaggio autostradale è di 40 franchi, che corrispondono a 36.50 euro. Si tratta di un tagliando adesivo che deve essere applicato in maniera ben visibile all’interno del parabrezza. Si consiglia di esporlo nella parte più alta, in un angolo che risulti immediatamente percettibile dall’esterno.

Senza l’apposizione di tale vignetta è impossibile la circolazione sulle autostrade e sulle cosiddette semi-autostrade della Svizzera. Il tagliando consente quindi di percorrere queste tipologie di arterie dal 1° dicembre dell’anno precedente a quello che si vede sul bollino fino al 31 gennaio dell’anno successivo. Non vi sono categorie di veicoli esclusi da questa tipologia di pagamento, anche le moto, i rimorchi e le auto storiche ne devono essere provvisti.

È importante e obbligatorio essere muniti di vignetta autostradale in Svizzera. Nel caso in cui la Polizia fermi un veicolo sprovvisto del tagliando o con il contrassegno esposto in maniera scorretta o non visibile, il rischio è quello di incorrere in una multa di circa 200 euro, oltre a dover pagare il costo della vignetta da applicare. Per ogni utente che abbiamo il contrassegno esposto sul parabrezza e si trovi costretto a dover cambiare il vetro per rottura o altri danni, c’è la possibilità di sostituire gratuitamente il contrassegno non più utilizzabile da parte degli Uffici Doganali, dietro presentazione della vignetta che si aveva e della fattura che dimostri che il cristallo della macchina sia stato cambiato.

MOTORI Bollino autostrada svizzera: come funziona e quanto costa