Come funziona il bloccasterzo dell’auto

Scopri quali sono i requisiti del bloccasterzo dell'auto, come si attiva e tutte le sue funzionalità

Purtroppo i casi di furto d’auto, anche in Italia, non cessano mai e anzi, sono più frequenti di quanto possiamo immaginare. Per questo motivo si cercano spesso degli escamotage o dei sistemi di ultima generazione che possano scoraggiare malviventi e ladri dall’avvicinarsi alla propria macchina per cercare di rubarla, soprattutto nel caso in cui sia nuova e anche costosa.

Purtroppo pare che bloccare definitivamente i ladri sia praticamente impossibile, ma fortunatamente esistono dei sistemi (soprattutto ai giorni nostri) che possono aiutare molto. Si possono scegliere dispositivi e tecniche appositi per scoraggiare i malviventi e farli allontanare dal proprio veicolo (nel caso in cui l’avessero ‘puntato’), evitando l’esperienza del furto, davvero molto spiacevole. Uno di questi sistemi è il bloccasterzo per auto, vediamo di che cosa si tratta e come funziona.

Che cos’è il bloccasterzo per auto: strumento per evitare i furti

Come abbiamo detto, fermare i furti d’auto purtroppo è molto difficile. Ci sono però differenti tipologie di antifurto per la macchina che possono venirci in aiuto. Tra quelli elettronici e satellitari di ultima generazione, in commercio ci sono delle alternative davvero valide. Ma uno degli strumenti più datati è di tipo meccanico, e stiamo parlando del buon caro e vecchio bloccasterzo dell’auto, che può essere davvero ancora molto utile per bloccare gli interventi di ladri e furfanti abili proprio nella pratica di furto d’auto.

La prima cosa da ricordare è che, chiaramente, come sul mercato ci sono un’infinità di modelli di auto, che si differenziano per altrettante peculiarità, esistono anche moltissime tipologie di ladri. I malviventi che ‘puntano’ le vetture più datate o standard, non dotate di sistemi di ultima generazione e di valore medio-basso, sono sicuramente dei ladri poco tecnologici e che non conoscono strumenti moderni. Solitamente questa tipologia di delinquenti usa rompere la serratura della portiera della macchina oppure il finestrino, per poter entrare ‘comodamente’ in macchina e mettere in moto il veicolo, per poi scappare.

Tutto il contrario di quello che invece può succedere con vetture di alto calibro, quindi lussuose e costose, di livello premium e dotate di tutti gli strumenti tecnologici e connettività di ultima generazione; in questo caso i ladri sono preparatissimi su ogni dispositivo e antifurto, conoscono ogni mossa da fare nel minimo dettaglio.

Non scoraggiamoci però, nonostante i ladri esperti e high-tech, esistono comunque dei metodi che possono aiutarci a proteggere la nostra macchina (di più o meno valore) dai furfanti. Il primo accorgimento è senza alcun dubbio controllare sempre di averla chiusa bene prima di allontanarci. Sembra banale, ma talvolta, con la frenesia del quotidiano, le migliaia di cose da fare e gli infiniti pensieri nella testa, dimenticarsi di chiudere l’auto e essere convinti invece di averlo fatto è un attimo.

Altro consiglio? Inserite il classico bloccasterzo di cui la vostra macchina è sicuramente dotata. Si tratta di una tipologia di antifurto meccanico (come già accennato in precedenza) molto semplice, ma che sa essere al contempo molto efficace. Vediamo come.

Bloccasterzo dell’auto come antifurto contro i ladri: come funziona

In particolare, si tratta di un sistema meccanico che può essere attivato in maniera molto semplice da qualsiasi proprietario di auto e che può essere molto utile per scoraggiare i malviventi. Annulla infatti ogni possibilità di girare lo sterzo di guida e scappare quindi a bordo del veicolo. Ogni vettura ne è dotata, ma come si attiva?

È facile, bisogna prima di tutto spegnere il veicolo con il volante nella posizione che lascia le ruote dritte. Deve essere tolta la chiave e lo sterzo deve essere girato leggermente fino a sentire il blocco. È altrettanto semplice disinserire il bloccasterzo, basta rimettere la chiave nel quadro e muovere lo sterzo.

Ma è davvero così utile? La risposta è sì, perché il malintenzionato che cercherà di rubarvi la macchina non sarà in grado di sbloccare il volante e quindi guidare.

Ci sono due tipologie di bloccasterzo per auto che possiamo utilizzare contro i ladri:

  • il primo è quello che troviamo già installato sull’auto e invisibile;
  • il secondo è quello che possiamo comprare autonomamente, che può essere fisso o mobile.

Il sistema aftermarket fisso è un vero e proprio antifurto sicuro, che può essere installato anche dalla Casa madre e permette di avere delle convenzioni con alcune compagnie assicurative per quanto riguarda le garanzie accessorie di furto e incendio.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Come funziona il bloccasterzo dell’auto