Com’è fatta una berlina e le sue caratteristiche

Scopri che cos'è una berlina, i modelli di questa tipologia d'auto e le differenze con l'utilitaria

Le auto berlina sono senza alcun dubbio tra i modelli più venduti e diffusi sul mercato internazionale, anche se negli ultimi anni l’avvento dei SUV e dei crossover ha rubato un po’ la scena alla tipologia di vetture da sempre più amata. In effetti, questa carrozzeria è la più versatile e per questo è anche quella che ha ottenuto il maggior successo nel tempo.

Possiamo dire che il termine versatilità è proprio quello che meglio ci può descrivere un’auto berlina, che si avvicina maggiormente al concetto di veicolo che si è diffuso in maniera unica e uniforme in tutto il mondo e che è in grado di non perdere mai la sua essenza, pur trovando moltissimi modi di esprimersi, ma sempre in linea con quella che è la sua natura. I primi modelli di auto lanciati a cavallo tra gli anni Cinquanta e gli anni Sessanta erano proprio delle berline, finalmente delle auto private che aprivano la strada a un nuovo settore.

Quali sono le caratteristiche principali di una berlina

Se un tempo la definizione di auto berlina era fissa, e stava ad indicare tutti quei modelli di vettura con carrozzeria variabile nei suoi volumi e con tetto fisso, oggi possiamo dire che questi concetti si sono evoluti, e toccano infinite varianti e sfumature differenti, tipiche dell’epoca moderna. Diciamo però che il primissimo e più importante elemento di distinzione tra le berline e le auto scoperte, ovvero le cabriolet, è stato il tetto fisso, che ha fatto nascere appunto le berline. Un tetto che può essere dotato anche di una porzione apribile, volendo.

Ma andiamo indietro nel tempo, fino alle origini del termine. Perché queste particolari auto coperte, con tetto fisso, sono state chiamate sin da subito berline? Il motivo è semplice, il nome deriva da quello di una tipologia di carrozza usata ai tempi, che era appunto totalmente chiusa e che, al suo interno, vantava anche due differenti file di sedili per i passeggeri.

Quali sono i più conosciuti modelli di auto berlina

Per definire una berlina oggi dobbiamo partire dalla carrozzeria: le vetture che rientrano in questa categoria nascono come auto a tre volumi, ma possono avere oggi anche una carrozzeria a due volumi. Cosa intendiamo per volumi? Si tratta delle porzioni dell’auto, i vani. Ma spieghiamolo meglio, l’auto è così divisa:

  • il primo vano è quello frontale, dove si trovano il motore e il cofano dell’auto;
  • il secondo volume è rappresentato in genere dal vano abitacolo, che accoglie il conducente e i passeggeri. Se questa porzione di auto è nettamente separata dalle altre, allora la berlina può essere definita a tre volumi, se invece tra il vano bagagli e il vano abitacolo c’è una sorta di continuità, allora lì possiamo dire di essere davanti a una berlina a due volumi.

La berlina inizialmente era una tipologia di auto che, dai produttori, veniva realizzata solo ed esclusivamente con 4 o 5 porte. Con il passare del tempo però le idee e gli stili si sono evoluti e quindi le Case automobilistiche hanno iniziato a produrre anche delle berline a 2 o 3 porte (in genere si tratta di modelli a due volumi).

Berlina e utilitaria: le principali differenze

L’auto berlina è differente dall’utilitaria sia per quanto riguarda la definizione degli spazi (l’utilitaria infatti nasce come vettura a due volumi, la berlina a tre) sia in ambito di funzionalità e meccanica. In realtà oggi, rispetto al passato, è molto più difficile fare una netta distinzione tra berlina e utilitaria, anche queste ultime infatti sono ben equipaggiate e in grado di offrire tutto quello che la berlina vanta, o quasi. Le uniche differenze, molto sottili, che ancora oggi possiamo ritrovare sono:

  • l’utilitaria in genere è più stretta. Infatti nella berlina è presente un’isola centrale per il deposito di oggetti personali, mentre sull’utilitaria conducente e passeggero anteriore solitamente sono più vicini;
  • la berlina vanta anche una maggiore altezza dell’abitacolo, importante soprattutto per persone con statura più elevata;
  • l’utilitaria si parcheggia più facilmente, anche se spesso la differenza di lunghezza con una berlina in media è di soli 20/30 cm;
  • la berlina in genere ha un bagagliaio più ampio rispetto all’utilitaria.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Com’è fatta una berlina e le sue caratteristiche