Autonomia auto elettriche: i consigli per aumentarla durante l’estate

Ci sono degli accorgimenti da tenere presente in estate per aumentare la percorrenza del veicolo elettrico

Soprattutto durante l’estate, l’automobilista alla guida della sua vettura elettrica dovrebbe prestare maggiormente attenzione ad alcuni comportamenti distratti e a cattive abitudini, che potrebbero consumare più in fretta l’energia a disposizione e quindi rendere l’auto ‘meno autonoma’.

Vediamo quali sono i migliori consigli per non sprecare nemmeno un briciolo di ricarica della batteria dell’auto elettrica in estate.

Il primo in assoluto è quello di rinfrescare l’auto usando la tecnica del precondizionamento. Cosa significa? Cerchiamo di spiegarlo bene perché è davvero uno dei consigli più efficaci, nonostante purtroppo spesso non venga preso in considerazione. Bisognerebbe rinfrescare gli interni dell’auto mentre è collegata alla rete per la ricarica, in modo da aumentare l’autonomia della batteria.

Per farlo nel modo corretto, è necessario gestire i tempi nel dettaglio; quindi attivare il precondizionamento una decina di minuti prima che la ricarica sia completa, alcune ore dopo l’inizio dell’operazione. Per farlo nel momento opportuno, è possibile impostare il timer per l’accensione del condizionatore, così non si può sbagliare di un secondo (con i veicoli moderni spesso è tutto gestibile tramite app da smartphone).

Non è comunque l’unico accorgimento da tenere presente, elenchiamo i principali, riassumendo i consigli utili per non sprecare l’energia della propria auto elettrica durante l’estate:

  • sfruttare il sistema di frenata rigenerativa, tecnologia che consente di recuperare energia durante la fase di decelerazione. Chiaramente non recupera una quantità di energia tale da poter evitare la sosta alla colonnina di ricarica, ma permette di guadagnare alcuni kW necessari per spendere meno nei rifornimenti, con una disponibilità di chilometri in più da percorrere. Per sfruttare al massimo la frenata rigenerativa, cercate di non frenare bruscamente ad ogni stop, ma iniziate a decelerare in anticipo e sfruttate anche i tratti in discesa;
  • durante l’estate, con il caldo, è necessario preservare la batteria dell’auto elettrica, per poterne prolungare l’autonomia. Fate attenzione al sole, che infatti è un gran nemico dei veicoli a zero emissioni, soprattutto durante i lunghi viaggi in autostrada. Durante le soste in autogrill, cercate di parcheggiare all’ombra o, se non è possibile, di fermarvi per poco tempo. Attenzione anche a pianificare il percorso e le soste con anticipo (anche in base alla posizione delle colonnine per la ricarica);
  • torniamo a parlare dell’uso dell’aria condizionata: per aumentare l’autonomia bisognerebbe limitarla (è la stessa cosa che accade con le auto a motorizzazione tradizionale, che consumano maggiormente con il condizionatore sempre acceso). Durante il funzionamento dell’impianto di climatizzazione chiaramente il consumo di kW di energia è maggiore, e quindi la perdita di autonomia del veicolo è più rapida;
  • ultimo consiglio, ma non per importanza, riguarda la velocità di percorrenza. Rispettate sempre i limiti di velocità imposti, prima di tutto per evitare multe e soprattutto per la vostra e l’altrui sicurezza, ma anche per conservare un’autonomia di percorrenza più elevata. Andare più veloci fa consumare più energia (come accade con la benzina e il diesel).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Autonomia auto elettriche: i consigli per aumentarla durante l’e...