Come sono fatte le auto cabrio o decappottabili

Scopri quali sono le caratteristiche delle auto cabrio e qual è il significato di questo termine

Vuoi viaggiare godendoti il vento tra i capelli, senza rinunciare al comfort del tetto? Allora un’auto cabrio potrebbe fare al caso tuo. Questa tipologia di vetture rappresenta una nicchia del mercato dell’automobile, ma da sempre riscuote grande successo, grazie alle sue caratteristiche. Vediamo allora come sono fatte le auto cabrio o decappottabili.

Auto decappottabile: che cos’è

Un’auto decappottabile solitamente deriva da una vettura di serie, che viene poi modificata per consentire l’apertura del tetto. Le cabriolet possono avere quattro porte e quattro posti, unendo così lo stile sportivo con il comfort e la praticità di una berlina. Rispetto al passato, le moderne cabrio vengono utilizzate tutto l’anno e non solo durante la bella stagione.

Questo è possibile grazie all’impiego di nuove tecniche costruttive che hanno reso le auto cabrio più sicure, oltre che piacevoli dal punto di vista estetico. Oggi, quasi tutte le più importanti case automobilistiche hanno nel loro catalogo delle auto decappottabili.

Cabrio: significato

Ma vediamo qual è il significato di cabrio. Il termine cabriolet, o cabrio, indica un’autovettura decappottabile, ovvero con tettuccio apribile. Queste auto, infatti, sono dotate di un meccanismo, che può essere manuale o automatico, attraverso il quale si può rimuovere la capote. Le origini delle cabrio risalgono alla fine dell’Ottocento, quando la maggior parte della auto aveva l’abitacolo scoperto. In realtà erano delle carrozze motorizzate.

In seguito, comparvero le prime coperture, che erano in tela o in materiale plastico. La prima capote azionata meccanicamente è stata brevettata nel 1939 dalla casa automobilistica americana Plymouth.

Spesso si confondono le cabrio con le spider e le coupé, ma si tratta di vetture diverse. Una spider, infatti, è un’auto a due posti scoperta dalla tipica vocazione sportiva. Il termine coupé, invece, viene usato per indicare tutte quelle automobili che sono dotate di due posti anteriori confortevoli e di due posti posteriori di dimensioni ridotte.

Cabriolet: caratteristiche

Seppure esistano diversi modelli di cabriolet, queste vetture hanno delle caratteristiche comuni che le distinguono da tutte le altre auto. Innanzitutto, il tettuccio può avere tre differenti sistemi di apertura, che sono: meccanico, automatico e manuale. Naturalmente, più sofisticato è il sistema di apertura e di chiusura del tetto e maggiore è il prezzo della vettura. Queste auto hanno una vocazione sportiva e danno il loro meglio nei percorsi extraurbani.

Spesso le cabriolet montano dei motori potenti e adottano particolari soluzioni aerodinamiche per ottenere prestazioni elevate. Sulle decappottabili c’è attenzione alla sportività, ma anche allo stile, tanto è vero che spesso hanno degli allestimenti particolarmente curati. Tutte queste caratteristiche fanno aumentare il prezzo delle cabrio e non deve stupire quindi se il loro costo è più elevato rispetto alle vetture di serie da cui derivano.

Auto cabrio con il tetto rigido

Le decappottabili si caratterizzano per il tetto mobile. Un’auto cabrio può avere il tetto rigido, realizzato in metallo o plastica, oppure pieghevole, realizzato ad esempio in tela. Una vettura di questo tipo può essere guidata normalmente sia con la capote chiusa che con la capote aperta.

Auto d’epoca cabrio

Nonostante siano dei modelli di serie, le cabriolet solitamente vengono prodotte in numero minore e questo le fa risultare più rare. Negli ultimi anni è tornato l’interesse per le auto d’epoca cabrio, proprio perché si tratta generalmente di versioni meno diffuse delle altre. Visto che nel mercato delle auto storiche la rarità del modello incide direttamente sul suo valore, le vetture scoperte mantengono sempre il loro fascino. Se sei appassionato di auto d’epoca, puoi trovare degli esemplari di cabrio anche ad un prezzo abbordabile.

Auto cabrio per neopatentati

Le decappottabili riscuotono sempre un certo successo, soprattutto tra i più giovani. Quindi, anche i neopatentati spesso vogliono guidare un’auto cabrio. Per chi ha appena conseguito la patente ci possono essere dei modelli di cabrio interessanti. Anche per le decappottabili valgono le stesse regole previste per le altre vetture destinate ai neopatentati, che possono guidare auto con un rapporto Kw/tara non oltre 55 oppure una potenza massima di 70 kW, che sono all’incirca 90 CV.

Questi limiti valgono per il prima anno in cui si è conseguita la patente, poi si è liberi di guidare la cabrio che si preferisce. Ora che hai scoperto l’affascinante mondo delle auto cabrio, sei pronto a vivere nuovi emozionanti viaggi con il vento tra i capelli?

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Come sono fatte le auto cabrio o decappottabili