Area B Milano: come funziona e dove sono le telecamere

Le nuove disposizioni per la circolazione nella recente zona a traffico limitato del capoluogo lombardo

Con il mese di febbraio 2019 è attiva la nuova Area B di Milano.

Con le nuove disposizioni per l’Area B a Milano, saranno circa 570.000 veicoli a non poter più circolare in gran parte della città.

Le infrastrutture necessarie sono costate 12.8 milioni di euro al Comune di Milano, a partire dal 25 febbraio si aggiungerà l’Area B alla già nota Area C, che si trova in un’area più centrale e che ovviamente resterà comunque in vigore. Si tratta di una zona a traffico limitato che sarà grande quasi come tre quarti del totale del territorio cittadino.

Sono previsti 15 varchi, in cui verranno posizionate le telecamere di controllo. Da marzo poi ne verranno sistemate altre 78 per arrivare a 98 entro la fine del 2019. L’obiettivo è quello di completare un totale di 188 varchi entro ottobre 2020.

L’Area B è una zona a traffico limitato con divieto di accesso e circolazione per alcune tipologie di veicoli. Nei punti in cui l’accesso è consentito non è soggetto a pagamento. Le disposizioni vieteranno la circolazione dal lunedì al venerdì, dalle ore 7.30 alle 19.30, ai veicoli a benzina Euro 0 e ai diesel fino all’Euro 3 senza FAP. Inoltre anche alle autovetture Euro 3 diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione > 0,025 g/km oppure senza valore nel campo V.5 carta circolazione, alle autovetture Euro 0, 1, 2, 3 diesel con FAP after-market con classe massa particolato inferiore a Euro 4 e a tutte le autovetture a doppia alimentazione gasolio-GPL e gasolio-metano Euro 0, 1, 2.

I nuovi divieti verranno poi implementati a partire dal 1° ottobre, andando a colpire anche i diesel Euro 4 senza FAP, e quelli Euro 3 e 4 con FAP di serie, ma con valore di particolato superiore a 0,0045 g/km indicato nel campo V.5 sulla carta di circolazione. Quello che ovviamente interessa ogni utente è capire se la propria auto potrà circolare all’interno dell’Area B di Milano e per quanto tempo ancora. Il Portale dell’Automobilista è molto utile, basta inserire la targa per avere tutte le informazioni del caso e sapere a quale classe ambientale appartiene la vostra auto. Sono stati garantiti comunque 50 giorni di libera circolazione ai cittadini residenti, che diventano invece 5 per chi viene da fuori, ma solo nel primo anno. Al loro esaurimento scatteranno subito le sanzioni causate dall’accesso non autorizzato nell’Area B, che saranno del valore di 80 euro.

Alla partenza saranno 16 i varchi elettronici già pronti, precisamente nelle vie Anassagora, Baroni, Basilea, Cassinis, Carlo Feltrinelli, Fantoli, Gallarate, Giuditta, Gonin, Mecenate, Pasta, Pirelli, Rogoredo, Sarca, Tofano e Zurigo.

MOTORI Area B Milano: come funziona e dove sono le telecamere