La prima casa alimentata da un’auto elettrica

Un nuovo progetto messo in campo da Nissan, che vuole dare un’ulteriore chance alle auto elettriche

Oggi siamo sommersi dalle notizie che riguardano le auto elettriche, nonostante la diffusione in Italia proceda ancora lentamente.

Vi sono differenti limiti per questo tipo di motorizzazione, come la scarsità di colonnine di ricarica e i prezzi ancora non competitivi delle vetture. Ma oggi quello che vuole fare la Casa automobilistica con il suo progetto Nissan Energy Home è proprio dare un’ulteriore spinta, un’alta visione, sempre positiva, a queste macchine. Vuole quindi riuscire a trasformarle anche in uno strumento di accumulo e scambio di energia per la rete domestica.

L’idea realizzata è un concept della prima casa al mondo alimentata da un’auto elettrica. La Nissan Leaf, l’auto elettrica che detiene il record di vendite, è il mezzo utilizzato per questo progetto del brand giapponese. La vettura è in grado di fornire energia grazie alla propria batteria e ai sistemi di scambio con la rete.

La galleria del quartiere generale di Nissan a Yokoham è il luogo in cui è stata allestita la Nissan Energy Home, alimentata con tecnologie Vehicle-to-Home e Vehicle-to-Grid. Le stesse hanno modo di collegarsi a sistemi energetici esterni per far funzionare case e aziende, ricaricare le batterie, immettere energia delle reti. Nella prima casa alimentata da un’auto elettrica, grazie a quest’ultima, è possibile accendere il condizionatore, cucinare, giocare a videogames e vedere film comodamente sul divano.

Sono i pannelli solari della Nissan Energy Home che accumulano l’energia e la inviano alla batteria nella Leaf che poi alimenta quindi tutti gli strumenti elettrici dell’appartamento, dalla luce alla televisione. Di energia per la casa ne basta poca ed è possibile quindi utilizzare l’auto anche per gli spostamenti. Nissan Energy Home è stato disegnato dallo Space Design Team globale, con a capo Alfonso Albaisa, senior vice president of global design. Lungo i muri e i pavimenti scorrono delle strisce illuminate blu che mostrano il flusso di energia. Quello che si intende spiegare con questo progetto è che l’auto elettrica può anche non essere solo un mezzo di trasporto ma uno strumento per accumulare e scambiare energia con la rete domestica. Il tutto è volto a una visione ecosostenibile della vita e ad una riduzione degli sprechi.

auto elettrica alimenta casa

MOTORI La prima casa alimentata da un’auto elettrica